Consiglieri comunali sui ponteggi del cantiere di restauro della Maestà di Simone Martini

Emozionante incontro con la materia, il gesto e il segno di un grande artista della storia dell’arte senese

I consiglieri comunali hanno potuto visitare oggi il cantiere per il restauro della Maestà di Simone
Martini cogliendo la straordinaria opportunità per una visione “alla pari” del grandioso dipinto.
Data la disponibilità dell’Assessora alla Cultura Francesca Vannozzi e del restauratore Massimo
Gavazzi, la Commissione Cultura ha organizzato una visita guidata del cantiere di restauro per il
Consiglio comunale.

Dai ponteggi è stato possibile apprezzare la complessità dell’opera e la piena padronanza delle
tecniche di Simone Martini, la sua continua evoluzione, lo sperimentalismo e la profusione di
raffinatezze, tali da creare un unicum che valica per importanza i confini di un contesto.

Vessillo identitario, propagandistico, morale e politico, laico e teologico, la Maestà della Sala del
Mappamondo è un’opera d’arte “moderna” e un documento ancora oggi ricco di elementi per una
conoscenza più approfondita dell’epoca che l’ha determinata, della tecnologia che ne ha reso
possibile la realizzazione, delle tecniche padroneggiate da Simone Martini.
L’esperienza non è un’esclusiva per pochi ma un’opportunità che molti, senesi e non, potranno
cogliere nei prossimi mesi.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau