Consiglio comunale: approvate alcune modifiche al regolamento per l’assegnazione del Masgalano

Recepite le proposte pervenute congiuntamente dal Comitato Amici del Palio e dal Magistrato delle Contrade: tutte le novità

Consiglio comunale, l’assemblea consiliare, oggi, ha approvato alcune modifiche al Regolamento per l’assegnazione del Masgalano. Recepite, infatti, una serie di proposte pervenute congiuntamente dal Comitato Amici del Palio e dal Magistrato delle Contrade dopo una attenta analisi e valutazione degli “Estratti storici” relativi agli anni 2014-2019.

Nello specifico, tra le modifiche di maggior rilievo: la Commissione Masgalano sarà composta da due liste, una formata da diciassette membri effettivi, uno per ciascuna Contrada, e l’altra da diciassette supplenti, sempre uno per Contrada, e dovrà essere costituita da un minimo di 11 ex tamburini e 12 ex alfieri. Dalla Commissione Masgalano sarà ricavata la Commissione giudicatrice, a sua volta composta da tre sottocommissioni. Rispetto al passato, ai fini della valutazione definitiva relativa all’abilità di alfieri e tamburini delle dieci Contrade partecipanti, varrà la media dei due migliori giudizi ottenuti nelle tre sbandierate (Mossa, Fonte e S. Martino), decurtata la media delle eventuali penalità delle stesse tre sbandierate, così da avere una più efficace ed equa valutazione.

Altre modifiche riguardano l’eliminazione della consegna dell’attestato, in caso di punteggio ex aequo, rafforzando, quindi, che il Masgalano lo vince una sola Contrada; l’inserimento della penalità ‘malvestizione’ nelle schede della seconda sottocommissione e nella terza il mantenimento di quella relativa alla ‘difformità’ dai modelli approvati dal Comune; la riduzione della penalità per l’assenza del barbero a causa di un impedimento che ne esclude anche la partecipazione alla Carriera.