Contrade, Giri: settanta monturati e ingressi contingentati negli oratori

Le linee guida della Prefettura pongono alcuni limiti ai Giri di omaggio alle Consorelle, che partiranno questa domenica con la Nobile Contrada del Bruco

La città di Siena si prepara ad accogliere nuovamente i Giri in città delle Contrade per rendere omaggio alle Consorelle. Il protocollo, stilato dal Prefetto Maria Forte insieme a Comune e Magistrato delle Contrade, prevede però alcune modifiche rispetto alla normalità con la quale si sono sempre svolti i Giri.

Settanta monturati al massimo, nessun rinfresco nelle contrade alleate e un massimo di dieci dirigenti all’interno degli oratori per rendere omaggio. Sarebbero queste, almeno per il momento, le principali linee guida che le Contrade dovranno seguire per effettuare i Giri in città.

Nonostante le limitazioni, tornare a vedere bandiere e tamburi per le vie del centro storico non può che essere un segnale positivo. Dopo quasi due anni senza cerimonie “di popolo”, Palio compreso, finalmente la città può iniziare a guardare al futuro con un po’ di ottimismo.

La prima contrada che effettuerà il Giro sarà il Bruco domenica 11 Luglio. Tra le contrade che hanno già effettuato le Feste Titolari, Oca, Civetta, Drago e Valdimontone hanno deciso di rinviare i propri Giri, che saranno quindi con tutta probabilità effettuati, mentre le altre hanno preso la decisioni dnon effettuare l’omaggio alle Consorelle, vista l’impossibilità di farlo nelle date canoniche a causa delle normative vigenti.