Contributi della Società della Salute per persone affette da Alzheimer e per chi aspetta di entrare in Rsa

I bandi sono disponibili sul sito www.sds-senese.it

La Società della Salute senese ha emesso due avvisi pubblici denominati Azione 2 e Azione 3 rivolti, rispettivamente, a persone con diagnosi di Alzheimer e a persone che si avvalgono di un assistente familiare in attesa dell’inserimento in una struttura.

I contributi sono previsti dal progetto ADIPRO (Azioni di Prossimità nel territorio senese) e vengono erogati, sotto forma di buoni servizio, ai cittadini residenti nella Zona Senese che hanno i requisiti previsti dai Bandi (pubblicati nel sito www.sds-senese.it).

Per le cure delle persone affette da Alzheimer/demenza (Azione 2), il Buono servizio può variare da 3mila a 4mila euro in funzione del grado di bisogno valutato dai servizi specialistici competenti. L’ordine di attribuzione dei Buoni servizio è stabilito sulla base della data di presentazione della domanda. Le prestazioni erogate prevedono la frequenza del Centro Diurno, il ricovero temporaneo in RSA, il fisioterapista, lo psicologo, l’educatore professionale e l’operatore socio-sanitario.

Le domande relative all’Azione 2 si possono presentare a partire da lunedì 17 gennaio 2022 fino ad esaurimento delle risorse.

Per l’assistenza familiare a persone in attesa dell’inserimento in struttura che si avvalgono di una badante (Azione 3), gli importi mensili dei contributi possono arrivare fino a 800 euro sulla base dell’ISEE valido nel 2022 dei richiedenti con più di 65 anni (o anche più giovani se affetti da patologie di decadimento cognitivo), purché l’assistente familiare sia regolarmente assunto per almeno 26 ore settimanali e in regola con la procedura di accreditamento prevista da Regione Toscana.

Le domande riguardanti l’Azione 3 possono essere presentate fino al 28 febbraio 2022.

Entrambi i contribuiti, finanziati dal Fondo Europeo per lo Sviluppo e la Coesione, mirano a potenziare i servizi di assistenza al fine di assicurare migliori condizioni di vita ai destinatari diretti e ai loro familiari, riducendo lo stress legato al carico assistenziale della famiglia nella fase avanzata del bisogno.

Le domande possono essere inviate, secondo le modalità riportate nei bandi e allegando la documentazione necessaria, tramite PEC, posta ordinaria o consegnate a mano presso la sede della SdS senese in Via Pian D’Ovile 9/11, 53100, Siena.