De Mossi: “Albergo sanitario, comprendo paure cittadini ma le autorità lavorano bene e funziona il contenimento”

Il sindaco: "I cittadini possono stare tranquilli. Medaglie di civica riconoscenza al personale medico? Perchè no"

In collegamento con Siena Tv e Radio Siena, il sindaco Luigi De Mossi ha fatto nuovamente il punto rispondendo alle domande di media e cittadini sull’emergenza coronavirus, all’interno di un servizio di videoconferenza giornaliero, dal lunedì al venerdì, offerto dal Comune.

Il consueto bollettino: “Per il Comune di Siena 142 casi totali, 95 del territorio Ausl, 46 sono alle Scotte, 8 in rianimazione. Per ora non ci sono aumenti di positivi – sottolinea De Mossi – i controlli però sono aumentati, e ribadisco, bisogna stare a casa. La Polizia Municipale ha denunciato ieri una persona per sostituzione di persona, potrebbe aver fornito generalità false agli agenti”.

Le consegne delle mascherine e l’attività solidale per la spesa: “La consegna dei dispositivi procede sia nel centro storico che nelle periferie, ringrazio tutti i Consiglieri per il lavoro svolto nell’impacchettarli e prepararli. Ci attiveremo per far sì che le mascherine non vengano perse o sottratte dalle cassette esterne. Tengo a ringraziare Croce Rossa e Noi Siena, che impacchettano 100 pacchi per il servizio di spesa sospesa, inizierà oggi la distribuzione, e l’associazione “Si Mangia”, ideata da tre ragazzi di Siena, che è convenzionata con alcuni operatori e ristoranti per portare pasti a casa che si sono tassati per dare buoni pasti alle Contrade per le famiglie senesi. Chiederò per conto di Siena Soccorso alla Fondazione Mps un contributo per le mascherine, visto il lavoro che svolgono nelle ambulanze dedicate al Covid-19″.

L’albergo sanitario per i positivi, “Hotel Porta Romana”, e le preoccupazioni in merito dei cittadini per il rischio infezioni: “Timori legittimi, valuteremo altre strutture più isolate che sono però sempre disposte sul territorio, deve essere comprensibile questo. Posso dire – ha affermato il sindaco – la risposta della sanità è stata finora puntuale ed efficiente, le misure di contenimento saranno adottate anche in questo caso. Chiederò all’autorità sanitaria la massima tutela per evitare disagi”.

L’aggiornamento sull’incendio in piazza 3 luglio: “Le persone evacuate hanno trovato un’altra sistemazione, chi nello stesso condominio in casa di un amico, chi dal fratello, un’altra studentessa ha trovato invece alloggio da una collega”.

Un’idea per l’economia e gli esercenti: “In giunta discuteremo la possibilità di estendere la consegna a domicilio di cibo anche ad altre strutture, ci sarà però da valutare l’aspetto della concorrenza”.La chiosa del primo cittadino: “Consegnare le medaglie di civica riconoscenza al personale medico? Una bella idea, ci pensiamo”.

 

 

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due