Dimissioni Appolloni, Piccini: “Siamo tornati al peggio della Prima Repubblica”

“La Giunta nasce dalla mediazione politica tra le liste del primo turno e chi si è aggiunto dopo che ha portato voti per avere incarichi”

A margine della conferenza sul piano Operativo del Comune, il Consigliere comunale di Per Siena Pierluigi Piccini ha detto la sua sul caso delle dimissioni dell’assessore Appolloni rifiutate da De Mossi: “Vedo similitudini con il caso Cardin – ha affermato ai microfoni di Siena Tv –  dietro di lei c’erano diversi Consiglieri, e il sindaco ha dovuto accettare, dietro la Appolloni ce ne è invece uno solo, Staderini, per questo dice di no. La Giunta è una sommatoria politica che non ha una dimensione della legge 81, per cui il sindaco è responsabile delle nomine, e non lo sono i partiti. Questa giunta nasce dalla mediazione politica tra le liste del primo turno e chi si è aggiunto dopo che ha portato voti per avere incarichi, basta vedere le nomine negli enti di secondo grado. Non hanno accettato l’apparentamento perchè vuol dire accettare programmi e corresponsabilità di governo. Non si capisce quale è la sfiducia di Sena Civitas, siamo tornati non alla Prima Repubblica ma al peggio della Prima Repubblica”.