Emma Villas, Bisogno: “Mi aspetto un colpo di reni della squadra già da domenica”

Il presidente della Emma Villas Aubay Siena, Giammarco Bisogno, commenta il momento vissuto dalla società e dal team biancoblu in vista dell'importante match con Castellana Grotte

“Mi aspetto dalla squadra un colpo di reni per tornare a conquistare risultati positivi e per riprenderci le giuste posizioni che dobbiamo avere in classifica. Domenica a Castellana Grotte sarà una partita importante, si deve dimostrare di essere attaccati a questa maglia. Voglio una squadra che abbia un’anima e un cuore, perché nella nostra storia le squadre che abbiamo avuto sono sempre state così”.

Così si esprime il Presidente della Emma Villas Aubay Siena, Giammarco Bisogno, che commenta il momento vissuto dalla società e dal team biancoblu.

“La squadra in questo momento va giustificata per gli alti e bassi che sta evidenziando, ma fino ad un certo punto – prosegue Bisogno. – E’ stato costruito un roster molto buono, che ora è completo in ogni reparto con l’ingresso di Ferdinando Della Volpe. I risultati fino ad ora sono un po’ deludenti, e ciò mi dispiace. Ringrazio il Presidente Paolo Riccardi di Aubay e tutti i partner che ci sostengono e ci supportano, a loro e ai nostri tifosi dobbiamo un buon rendimento. Noi siamo una società che ha sempre navigato in buone posizioni di classifica, credo che dovremo farlo anche quest’anno e che dovremo riemergere da questa situazione già da domenica. La nostra squadra è assolutamente competitiva. I giocatori sappiano che rappresentano una città importante e che abbiamo partner che mettono in questo progetto passione, soldi e impegno. Dobbiamo tutti avere tanta voglia di fare bene. Faremo mercato? E’ un po’ presto per parlare di queste cose, anche se lo sport è sempre molto rapido. In un mese e mezzo giocheremo dieci partite, è normale che la società valuti ciò che sta accadendo con attenzione e razionalità. Questi risultati al momento non vanno bene, senza accusare nessuno o mettere pressione a nessuno ma è evidente che le aspettative per Siena in Serie A2 sono importanti. Noi non stiamo pensando a cambiamenti o rivoluzioni, tuttavia ogni stagione abbiamo sempre rinforzato la squadra con qualche innesto di mercato e potremmo farlo anche quest’anno. Tutti devono dare il massimo e devono dimostrare di essere degni di indossare la maglia di Siena”.

“Tutti sapevamo che sarebbe stata una stagione complessa – prosegue il massimo dirigente del sodalizio biancoblu, – sono elementi da considerare l’assenza del pubblico e naturalmente l’aspetto sanitario. Ogni settimana facciamo tutti i controlli del caso e i tamponi molecolari a giocatori, staff tecnico e dirigenziale del team. Ringrazio al riguardo Vismederi per le tempistiche e per la rapidità di intervento. Purtroppo abbiamo avuto dieci tesserati contagiati dal Coronavirus, è stata una situazione ovviamente molto complicata. I ragazzi sono rimasti fermi quasi venti giorni, in questi casi si hanno ripercussioni fisiche, atletiche e anche mentali. Io come Presidente e tutti noi come società pretendiamo la sicurezza di ogni singolo membro del nostro team, non basta infatti il passaggio da positivo a negativo. Nel momento in cui una persona si è negativizzata sono necessari controlli, visite ed esami e tutti gli accertamenti del caso che devono evidenziare una situazione clinica perfetta per poter tornare a giocare. Come società e insieme al nostro medico Flavio D’Ascenzi siamo assolutamente d’accordo su questo aspetto, i ragazzi giocano solamente dopo aver fatto tutte le analisi che si possono fare. Andiamo fieri di questa nostra scelta, crediamo che tutti dovrebbero avere questo atteggiamento per verificare che i ragazzi possano giocare senza correre nessun tipo di rischio”.

“Non ci sono scusanti, non ci sono alibi, la squadra può vincere in qualsiasi condizione – continua Bisogno – Se io non vedo le risposte può darsi che la società intervenga, andremo a capire dove ci sono le difficoltà, tutti devono rappresentare la maglia di Siena. Vediamo come va, domenica è importante, quattro sconfitte su cinque sarebbe una situazione critica. Tutti dimostrino che sono attaccati alla maglia”.

“In questo momento il messaggio dovuto è quello di una continuità – afferma il Presidente di Aubay Italia, Paolo Riccardi. – L’investimento sul volley a Siena non è certo mordi e fuggi. Noi abbiamo deciso di stare a Siena in maniera continua, abbiamo trovato una realtà che lavora veramente bene sul territorio e si è ormai instaurato un legame che è molto forte. I rapporti importanti si possono costruire ancora di più in questi momenti, noi abbiamo il dovere di andare avanti in questo rapporto. Si è poi creata una vera e forte amicizia con il Presidente Giammarco Bisogno, con il vicepresidente Guglielmo Ascheri e con tante persone all’interno di Emma Villas. Ed io sono diventato un tifoso di questa squadra. Abbiamo costruito un progetto ambizioso, rappresentiamo un territorio importante, credo che anche in un contesto difficile come quello caratterizzato dal Coronavirus sia stata allestita una squadra che può puntare in alto”.