Europa Verde: “Vaccini, Giani e Governo investano: rinvigorire progetti del gruppo Menarini su Rapolano Terme”

Europa Verde chiede di lavorare su progetti già avviati come quello della VaxYnetich di Rapolano Terme dove, sin dal 2018, è in via di realizzazione un polo chimico-farmaceutico specializzato nella produzione di vaccini

”Le difficoltà nell’approvvigionamento delle dosi vaccinali devono essere superate al più presto, lavorando a progetti già avviati come quello della VaxYnetich di Rapolano Terme dove, sin dal 2018, è in via di realizzazione un polo chimico-farmaceutico specializzato nella produzione di vaccini. Il progetto, pensato sul lungo periodo, andrebbe concretizzato al più presto, dando seguito alle dichiarazioni sulla volontà di produrre vaccino in Italia su cui tutte le forze politiche al Governo sembrano convergere”.

Così, in una nota, Francesco Alemanni, Serena Ferraiulo ed Eros Tetti, rispettivamente commissario straordinario e sub-commissari di Europa Verde Toscana, insieme a David Poggialini, esponente di Europa Verde Siena. ”Non si tratta solo di un sito nuovissimo che potrebbe partire in breve tempo con la produzione senza creare una conflittualità industriale con la produzione del sito senese di Gsk, impegnato nella produzione di vaccini contro la meningite. Rinvigorire gli investimenti del gruppo Menarini su Rapolano Terme, – concludono Alemanni, Ferraiuolo, Tetti e Poggialini, – significa intraprendere una strada di svolta per la Toscana e per il Paese, nella realizzazione di una struttura farmaceutica nazionale e legata solo all’interesse per la salute”.