Festival Sì Siena, presentazione del docufilm “You – Story and Glory Of a Masterpiece” di Nicola Abbatangelo

Nell’ambito dell’anteprima del Festival Sì Siena che vede la Città offrire a tutti la propria identità culturale come punto d’incontro tra terra e cielo. Appuntamento a sabato 10 ottobre 2020, ore 21, a Palazzo Patrizi.

Nell’ambito dell’anteprima del Festival Sì Siena che vede la Città offrire a tutti la propria identità culturale come punto d’incontro tra terra e cielo, sabato 10 ottobre alle ore 21 presso Palazzo Patrizi a Siena, verrà presentato il docufilm “You – Story and Glory Of a Masterpiece” di Nicola Abbatangelo.

Nell’anno dedicato al genio di Raffaello (di cui ricorrono i 500 anni dalla morte) che raggiunse Siena al seguito di Pinturicchio, l’artista umbro a cui era stata commissionata la decorazione della Libreria Piccolomini, ecco “You” di Nicola Abbatangelo, ispirato alle pagine del grande scrittore russo V.Grossman dedicate al capolavoro di Raffaello, la “Madonna Sistina”.

Lo presentano al pubblico la storica dell’arte Beatrice Buscaroli, curatrice tra l’altro del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia nel 2009 e che a Siena presentò pochi anni fa il Palio realizzato dal maestro Montesano, e il prof. Giovanni Maddalena, docente di Filosofia all’Università del Molise, “sceneggiatore” del docufilm ed esperto e cultore dell’opera di David Grossman.

Questo evento è un importante momento di collaborazione tra il Comune di Siena, che ha promosso il festival, il primo in Italia che ha per oggetto la valorizzazione della lingua italiana, e l’Opera della Metropolitana, fabbriceria della Cattedrale sul cui fianco sinistro si trova la Libreria Piccolomini, per gli affreschi della quale Raffaello realizzò alcuni disegni.

Una collaborazione tra Enti diversi, tra sacro e profano, tra spirito civile e spirito religioso, nel naturale alternarsi del bianco e nero dei colori presenti sia nello stemma del Comune di Siena che in quello dell’Opera del Duomo. Una collaborazione e uno spirito concorde nel valorizzare le bellezze della città medievale che tutti ci auguriamo possa continuare nel prossimo futuro.