Giovannini: “Gli alberghi sanitari di Siena coprono anche la provincia di Arezzo”

Il dg dell'AOUS non dimentica gli attacchi subiti dall'assessore alla sanità di Arezzo e puntualizza con orgoglio come la città provveda anche alle necessità della provincia aretina

C’è una punta di orgoglio nelle parole di Valtere Giovannini mentre risponde ad una domanda sugli alberghi sanitari nella città di Siena: “I due alberghi sanitari che ha la città di Siena rispondono anche alle esigenze dei cittadini del Comune di Arezzo e della Provincia di Arezzo, perché in quella Provincia non ce ne sono”.

Un sassolino nella scarpa che il direttore generale dell’AOUS si è voluto togliere, relativo, indirettamente, agli attacchi subiti mesi fa dall’ allora assessore alla sanità del Comune di Arezzo Lucia Tanti in merito agli ospedali Covid (“La città di Arezzo ha già dato molto alla emergenza Covid 19, insieme a quella di Grosseto, mentre a Siena nessuna “bolla” Covid è stata istituita. Il fatto che Siena non avesse una zona Covid19 è apparso – almeno a me – singolare” questa la dichiarazione che ha scatenato la bufera) per i quali, dopo aver avuto in risposta la decisa presa di posizione dello stesso Giovannini e del sindaco De Mossi, l’assessore sottolineò di non doversi scusare con nessuno se non con gli aretini.

Oggi, come precisato dal direttore generale delle Scotte, la provincia di Arezzo usufruisce degli alberghi sanitari di Siena, già in funzione e attrezzati per far fronte alle richieste relative anche al territorio aretino.