Home Cronaca Gsk, licenziati altri 5 dipendenti. Romagnoli (Filctem Cgil): “Continua l’emorragia del personale”

Gsk, licenziati altri 5 dipendenti. Romagnoli (Filctem Cgil): “Continua l’emorragia del personale”

0
0

Cinque operatori allontanati per non aver soddisfatto gli obiettivi. Cesari (Rsu Uiltec Uil Gsk) a Siena Tv: “Azione che non ha precedenti”

Continua a tenere banco la crisi occupazionale legata a Gsk. A evidenziare il problema, dopo la nota stampa di ieri (LEGGI QUI: https://www.radiosienatv.it/gsk-la-denuncia-di-filctem-cgil-in-tre-anni-lavoratori-diminuiti-di-325-unita/) sono i sindacati. “Mettiamo in evidenza chiara come tra il 2016 e il 2018 gli occupati siano calati di 325 unità – ha ribadito ai microfoni di Siena Tv Duccio Romagnoli, Rsu Gsk vaccini Filctem Cgil – Un calo che non si arresta, nei primi 6 mesi dell’anno il trend va avanti, è una lenta emorragia. L’azienda in maniera subdola sta inoltre contattando personale diretto per cercare di proporre uscite incentivate con micro incentivi all’esordo, spingendo per far accettare proposte incentivate al fine di ridurre l’organico, e oltre a ciò non si rinnovano i somministrati”.

L’ultimo caso riguarda cinque operatori, tre dello stesso reparto, agenzia e manager, assunti da agenzia interinale a tempo indeterminato, e licenziati perchè non avrebbero soddisfatto gli obiettivi. Alcuni di loro in forza all’azienda da 10 anni.

Gli accordi di staff leasing, non prevederebbe però questa ragione per allontanare i lavoratori. Questi lamentano di non aver mai ricevuto degli obiettivi da perseguire nè di aver mai potuto discutere i risultati ottenuti con il manager.  Nelle lettere di licenziamento – denunciano ancora i dipendenti – non sarebbero stati specificati i motivi dell’allontanamento. Del fatto sono state interpellate le risorse umane, ma il risultato non è cambiato.

“Noi non contestiamo la sostanza, bene o male l’azienda è libera di utilizzare il lavoratore a proprio piacimento se soddisfatta della prestazione, contestiamo il metodo – ha aggiunto Maurizio Cesari, Rsu Uiltec Uil Gsk – in quanto nell’accordo siglato con Confindustria era previsto osservatorio per monitorare e risolvere tali problematiche. Siamo preoccupati perchè oltre al calo generale c’è un azione come questa che non ha precedenti, vorremmo seguire con attenzione queste cinque persone che vengono allontanate dall’azienda con tale metodo, in modo repentino”.