Il Professor Maffè ospite di Fideuram: Recovery Plan e inflazione al centro del dibattito

Il docente di Strategia Aziendale presso la SDA Bocconi di Milano nonché fine editorialista economico ha approfondito due delle tematiche economiche più importanti del momento

La protezione del patrimonio: è stato questo l’argomento protagonista dell’evento organizzato da Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking di Siena, coordinato dal Regional Manager Alessandro Giorgi, tenutosi mercoledì all’interno della suggestiva location della Sala Italo Calvino del complesso Museale del Santa Maria della Scala a Siena.

Il Professor Carlo Alberto Carnevale Maffè, docente di Strategia Aziendale presso la SDA Bocconi di Milano nonché fine editorialista economico per le testate televisive del gruppo Mediaset e per numerose testate giornalistiche nazionali e internazionali, ha approfondito due delle tematiche economiche più importanti del momento: Recovery Plan e inflazione, una grande opportunità per il futuro nostro e dei nostri figli la prima, una grande minaccia la seconda.

Due le domande fondamentali poste al Professore: la ripresa economica è reale? Come impattano direttamente su noi risparmiatori i 248 miliardi di euro stanziati dal Recovery Plan?
La ripresa c’è e potente, conferma Carnevale Maffè, ma è una ripresa a K: la crisi generata dalla pandemia rappresenta un netto spartiacque tra il mondo vecchio e il mondo nuovo, tra una vecchia e una nuova economia e, di conseguenza, tra un vecchio modo di gestire il denaro e uno nuovo.
Alcuni settori hanno subito un’accelerazione e ne trainano altri ad essi collegati: sopravvive e cresce chi si adatta ai cambiamenti sposando la digitalizzazione, la sostenibilità e il basso impatto ambientale.

Dettaglio tutt’altro che trascurabile, l’erogazione dei 248 miliardi è vincolata alla messa in atto da parte dell’Italia di una serie di riforme strutturali, che l’Europa ci chiede da tempo: riforma fiscale, riforma del catasto e riforma del diritto successorio: si vanno a toccare “mattone e materasso” la zona di comfort preferita dagli italiani.

Come sottolineato a gran voce dal Professore, il clima di incertezza generato dalla pandemia ha incrementato in maniera esponenziale il vizio del “materasso” degli Italiani: mettere i soldi sotto il materasso, cioè fermi sul conto corrente, perché “non si sa mai”.
E invece si sa! Dice Carnevale Maffè: “Oggi la liquidità è l’unica asset class a perdita garantita”.

Se fino a due mesi fa potevamo dire di non accorgercene, oggi la fiammata dell’inflazione tocca le tasche di tutti a cominciare dal forte aumento del prezzo del carburante: con 100 euro non riusciamo più a comprare quello che compravamo un anno fa! Quindi? Tutti i soldi fermi sui conti correnti perdono valore ogni giorno che passa.

L’inflazione è il vero grande nemico e ostacolo alla crescita e alla ripresa, come tutelarsi? Come proteggere il patrimonio da quest’erosione?
La risposta è allo stesso tempo semplice ed articolata: non esiste una formula o un prodotto efficace per tutti, ance perché, oggi, con i tassi negativi, non riusciamo più a trovare nemmeno rifugio nei titoli di Stato; esiste invece il servizio di consulenza finanziaria con il quale dei Professionisti iscritti ad un albo nazionale, attraverso un’analisi approfondita delle esigenze e soprattutto degli obiettivi di ciascuno