La Mens Sana piange la morte di Alessandro Bonelli

Il presidente della Polisportiva Mens Sana e il direttore generale esprimono le più sincere condoglianze per la scomparsa di Alessandro “Sandro” Bonelli

La Mens Sana 1871 si unisce al dolore per la scomparsa di Alessandro “Sandro” Bonelli, attuale presidente dell’Associazione “Io Tifo Mens Sana”, e desidera esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici.  Sandro, al di là del ruolo del quale era stato insignito solo pochi giorni fa, era da sempre un grande appassionato di basket e tifoso dei colori biancoverdi. Negli anni in cui la Mens Sana calcava palcoscenici di primo piano, Sandro era una delle voci che attraverso le frequenze di Radio Siena ne raccontava le gesta, con competenza, serietà e soprattutto passione, proprio quella che lo aveva spinto prima a entrare a far parte dell’Associazione Io Tifo Mens Sana e poi, successivamente, ad accettare l’incarico di Presidente.

“Una notizia terribile quanto inaspettata – commenta commosso Antonio Saccone, presidente della Polisportiva Mens Sana 1871 –  che ci rattrista profondamente. Con lui se ne va una persona che abbiamo sempre avuto al nostro fianco, specialmente nel momento della nostra recente ripartenza con la sezione basket. Alla sua famiglia, agli amici, e a tutti i soci dell’Associazione Io Tifo Mens Sana desidero esprimere le mie più sentite condoglianze.”

“Con Sandro ci siamo conosciuti ormai diversi anni fa, quando lui era una delle voci di Radio Siena e io un giovane collaboratore della Mens Sana Basket – commenta Riccardo Caliani, direttore della Sezione Basket – e negli anni ci siamo spesso ritrovati in quella che per entrambi era diventata una seconda casa, ovvero il PalaEstra. Lo ringrazio per la vicinanza che mi ha mostrato nel momento della ripartenza, manifestandomi stima personale e supporto al progetto. Giusto due giorni fa ci intrattenevamo fuori dal palasport per parlare di basket e quella resterà, purtroppo, la nostra ultima chiacchierata. Non riesco ancora a capacitarmi di quanto è accaduto. Condoglianze alla sua famiglia e agli amici più stretti. Ciao Sandro!”.