Lapidi con i versi della Divina Commedia a Siena: pronto il restauro da parte del Lions Club

Le otto lastre di pietra che riportano i versi di Dante riguardanti la città sono state posizionate 100 anni fa, nel 1921

Durante la seduta della Giunta comunale, tenutasi ieri pomeriggi, è stata accolta la richiesta presentata dal Lions Clubs International, con la quale l’associazione ha manifestato la volontà di donare al Comune di Siena, facendosi carico di ogni onere di spesa per l’esecuzione delle opere, il restauro delle 8 lapidi, presenti all’interno della città, che riportano versi tratti dalla Divina Commedia di Dante Alighieri e relativi a personaggi senesi dell’epoca.

Il Comune si occuperà dell’acquisizione dei pareri necessari all’esecuzione dell’intervento e dell’alta sorveglianza sulle opere che verrà eseguita da tecnici interni all’Amministrazione in possesso delle necessarie qualifiche.

“Un gesto lodevole – ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Sara Pugliese – che, ancora una volta, evidenzia e conferma lo spirito filantropico del Lions, i cui soci come più volte hanno fatto, contribuiscono fattivamente alla conservazione del patrimonio culturale della città di Siena”.

E così alle altre iniziative promosse dalla città, come sta accadendo in tutta Italia e nel mondo, per celebrare i 700 anni della morte del Sommo Poeta, si aggiunge il restauro di queste lastre di pietra che si trovano, dal 1921, posizionate in Piazza del Campo, via Garibaldi, vicolo del Tiratoio, via del Moro, vicolo della Torre, via Vallerozzi, vicolo Beato Pier Pettinaio e via della Diana, che testimoniano il rapporto intercorso da Dante Alighieri con Siena.