Latitante rintracciato ed arrestato a Siena dalla Polizia di Stato

Era ricercato da anni in tutta Italia, perché doveva scontare una condanna e, per non farsi trovare, usava nomi falsi

Ma lo stratagemma non è sfuggito alla Polizia di Stato che è riuscita a rintracciarlo a Siena ed arrestarlo.

A. N., 40enne di origini tunisine è stato catturato nella casa che aveva preso in affitto usando documenti falsi, nella zona di Porta Romana, dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura senese.

Dalle indagini effettuate dalla Polizia è emerso che il latitante straniero, nel nostro Paese dal 2003, con numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti, aveva fatto parte di un’associazione a delinquere composta per lo più da magrebini.

Più volte condannato, in stato di clandestinità, dato che gli era stato revocato il permesso di soggiorno a causa dei suoi precedenti, si era sottratto sia all’espulsione che all’ultima condanna, residuo di un computo delle pene da scontare.

Sotto falso nome, da circa tre anni faceva il pendolare tra Ancona e Siena.

Quando i poliziotti sono andati a prenderlo a casa non ha opposto alcuna resistenza, forse perché si aspettava che prima o poi non sarebbe più riuscito a farla franca.

Dando esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, gli investigatori lo hanno quindi arrestato ed accompagnato al Carcere di Santo Spirito, dove dovrà scontare 1 anno e sei mesi di reclusione.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due