Litiga col vicino di casa e gli spara tre colpi di pistola: 58enne in condizioni disperate all’ospedale

L'aggressione è avvenuta a San Gimignano: un 86enne, in seguito a dei dissidi, ha esploso tre colpi di revolver all'indirizzo di un vicino di casa 58enne, che adesso lotta tra la vita e la morte. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri, l'accusa della Procura è di tentato omicidio

Tentato omicidio nella tarda mattinata a San Gimignano: un 86enne, durante un violento litigio, ha fatto fuoco con una pistola colpendo tre volte un 58enne vicino di casa originario del borgo valdelsano, che si trova adesso intubato all’Ospedale di Careggi a Firenze e lotta tra la vita e la morte. L’uomo, con precedenti denunce a carico, è stato centrato alla testa, allo sterno e a una spalla da tre colpi di revolver, mentre l’aggressore è stato arrestato dai carabinieri e associato al carcere di Santo Spirito.

I fatti si sono compiuti in Via Delle Fonti nella cittadina delle torri, all’interno del piccolo residence, composto da una serie di miniappartamenti, che la locale amministrazione comunale destina ad anziani in difficoltà o a persone che, per vari motivi, comunque abbiano problemi di sussistenza.

Da giorni la vittima dell’aggressione litigava coll’inquilino del piccolo alloggio posto davanti al suo, nello stesso complesso, un 86enne pisano che nella sua vita ha avuto numerosi problemi con la giustizia. Stanotte proprio quest’ultimo, attorno alle tre, ha chiamato il 112 per denunciare il fatto che quel signore più giovane di lui continuasse a infastidirlo in tutti i modi, bussandogli alla porta anche di notte impedendogli così di dormire.

I militari dell’Arma hanno raccomandato a entrambi di restare calmi e di lasciare perdere, ma la situazione è degenerata fino a quando questa mattina verso le 12 l’86enne non ha tirato fuori una pistola clandestina a tamburo di piccolo calibro, esplodendo all’indirizzo del vicino tre colpi.

Udendo le esplosioni, diverse persone hanno chiamato i carabinieri di San Gimignano e quelli di Poggibonsi che sono giunti prontamente sul posto, hanno ricostruito la dinamica degli avvenimenti anche con accertamenti tecnico scientifici e, in accordo col PM di turno, il dottor Siro De Flammineis, hanno arrestato l’autore del tentato (per ora) omicidio, traducendolo al carcere senese di Santo Spirito.