Mps, il piano del Mef per vendere i crediti deteriorati: 10 miliardi per stabilizzare la banca

Fasi cruciali per la vendita dei crediti ad Amco

Fasi cruciali per Mps. Il Tesoro lavora per cedere 10 miliardi di crediti deteriorati e aspetta il parere dell’antitrust per sbloccare la scissione. I crediti, stando alle indiscrezioni, andrebbero a Amco. A spiegare la situazione per Siena Tv è il giornalista Pino Mencaroni.

“Tutte le banche perdono tra gli 8 e i 10 euro su 100 che prestano, Mps 15 – ha detto – L’idea è di vendere parte di questi crediti per allinearsi alle altre banche. Amco sembra possa intervenire, è una società che fa riferimento al Tesoro. Ma si pongono due problemi, il primo è che il Mef è il maggiore azionista di Mps con interesse a vendere più caro possibile i crediti, l’altra società, sempre del Tesoro, ha l’interesse a comprare a meno, qui sta il conflitto. Se Mps riuscisse a ricavare 10 miliardi dalla vendita, avrebbe una perdita di circa 1 miliardo e mezzo che riuscirebbe, una volta assorbita, manterebbere il capitale di Mps sopra  a quello richiesto dall’autorità di vigilanza”.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due