Osservatorio Provinciale sicurezza strade, il prefetto Gradone a Siena Tv: “Una banca dati utile al contrasto e alla prevenzione”

Presentato il progetto di un portale alimentato da forze dell’ordine e Comuni per monitorare tutti gli incidenti e migliorare il contrasto e la prevenzione dei fenomeni

Stamani alla sala degli arazzi della Prefettura di Siena è stato presentato ufficialmente il progetto dell’Osservatorio Provinciale sulla sicurezza delle strade, sviluppato dal Consorzio Terrecablate secondo le indicazioni emerse in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Un portale che sarà alimentato di continuo da Forze di polizia e Polizie locali con riferimento a ciascun incidente oggetto di accertamento, assicurando in tal modo il monitoraggio in tempo reale dei sinistri occorsi in ambito provinciale, con l’indicazione, per ciascun incidente, di ora, luogo, mezzi coinvolti, infortuni, e soprattutto della presumibile causa dell’incidente.

L’iniziativa trae motivazione dall’esigenza, più volte ribadita dal Ministero dell’Interno, di un rafforzato impegno delle Forze di polizia e delle Polizie locali nell’azione di prevenzione e contrasto delle condotte che costituiscono le principali cause degli incidenti stradali, vale a dire: guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti; eccesso di velocità, mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, specie nei sedili posteriori; mancato utilizzo dei dispositivi di ritenuta per bambini; mancato utilizzo del casco protettivo; uso di cellulari e smartphone alla guida. Ciò a motivo della tendenza non favorevole negli ultimi anni, in Italia come in altri Paesi dell’UE, degli incidenti stradali con feriti e vittime, rispetto al trend positivo registrato ininterrottamente fino al 20141. Un andamento negativo, quella registrato a livello nazionale, che ha trovato riscontro anche in questa provincia, come emerso dalla rilevazione straordinaria effettuata nello scorso mese di gennaio sui sinistri stradali dell’ultimo quinquennio: nel 2017 le vittime della strada sono state ben 23, a fronte delle 16 dell’anno precedente.

Il monitoraggio effettuato attraverso l’Osservatorio costituirà la base di riferimento per l’analisi delle cause dei sinistri, per il miglior indirizzo e coordinamento, rispetto alle arterie e agli itinerari a maggior rischio, dell’attività di prevenzione e contrasto delle Forze di polizia e delle Polizie locali, per la verifica di congruità dei dispositivi di controllo della velocità (autovelox), per l’individuazione, infine, delle progettualità ritenute di prioritario interesse ai fini della mitigazione dei fattori di pericolo.

“Avremo un monitoraggio in tempo reale di tutti gli incidenti stradali da chiunque accertati – ha affermato il prefetto Armando Gradone ai microfoni di Siena Tv – con una banca dati che fornirà l’analisi dei fenomeni su strade, ricercando le cause e orientando le operazioni d di contrasto preventivo. Il progetto abbraccia tutta la provincia, e indistintamente tutti i comuni e forze dell’ordine concorreranno ad alimentare questo sistema, così da avere momento per momento la conoscenza puntuale di ciò che avviene”.

 

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Golmar Igiene professionale
Chianti Banca
Centro Farc