Palazzo Pubblico apre a mamme e babbi: presentata la nursery

Stanza per allattare e cambiare i piccoli. L’assessore Appolloni: “Un piccolo gesto per rendere Palazzo Pubblico ancor più la casa dei cittadini”

L’assessore alla Sanità, Francesca Appolloni, ha presentato, oggi, insieme al collega  al Turismo Alberto Tirelli, lo “spazio bimbo”, una piccola stanza collocata al piano terra di Palazzo pubblico e messa a disposizione dall’amministrazione per i genitori che vogliono allattare o cambiare i propri figli, come anticipato da Siena Tv (LEGGI QUI: https://www.radiosienatv.it/palazzo-pubblico-si-apre-a-mamme-e-babbi-pronta-una-nursery/). Un modo concreto per sottolineare l’importanza della maternità e della genitorialità, aperto a tutti, ai senesi come ai turisti che visitano i luoghi simbolo di Siena.

“Un piccolo gesto per rendere Palazzo Pubblico ancor più la casa dei cittadini. Un nido per quanti si recano in città”, ha detto l’assessore Appolloni. “Mi piace pensare che da oggi ogni mamma potrà tranquillamente uscire senza temere le difficoltà logistiche che incontrano tutti i genitori con bimbi piccoli da allattare e cambiare. Questo spazio sarà aperto sette giorni su sette, dalle 8 alle 19, basterà chiedere ai custodi la chiave. Una scelta voluta e guidata da un’esperienza personale, come donna e come mamma, conosco l’importanza dell’allattamento al seno, un gesto naturale e pieno di tenerezza”.

Spazio bimbo vuole infatti aiutare e sostenere una pratica raccomandata dall’OMS, importante per la madre e per il figlio. Il latte materno è pratico, economico, perché senza costi di preparazione, inimitabile ed ecosostenibile. E proprio in quest’ottica, l’intenzione dell’assessore è quella di replicare in altre strutture questo servizio: dal punto prelievi de Le Scotte al Complesso museale Santa Maria della Scala. Ma questo luogo è nato grazie anche alla sinergia e al lavoro di squadra, come ha ricordato Appolloni: «il merito, lo condivido con Claudio Bertini, tecnico dei Teatri che ha passato l’idea alla mia segretaria Maria Cristina Migliorini, con Stefano Pellati, altro dipendente del Comune che, a titolo totalmente gratuito, ha disegnato le pareti e realizzato i quadri, con il personale tecnico che ha rinfrescato le pareti, con l’ufficio economato che ha reperito gli arredi, ma, elemento  fondamentale, ho potuto realizzare questa stanza con il pieno appoggio del sindaco Luigi De Mossi”.

Un altro passo che va nella direzione di un progetto più ampio e di trasformazione della città non solo per i cittadini ma anche per chi visita Siena che l’assessore Tirelli ha riassunto nel concetto delle “3 A”. «Affascinante e questo Siena lo è già; Accessibile, lo è sempre di più sia con l’istituzione della figura del Garante per la disabilità sia con le App turistiche sempre più ricche di contenuti; ed infine Accogliente come dimostra questa inaugurazione”. “Abbiamo già provveduto – ha evidenziato Tirelli – ad informare tutti gli esercenti sulla nascita di questo luogo family friendly e lavoreremo per far sì che venga anche inserito nelle pubblicazioni e nelle guide turistiche su Siena”.

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau