Picchi (Lega): “Rifiuti nucleari a Pienza e Trequanda, una follia che solo il Pd poteva ipotizzare”

L'attacco del commissario provinciale del Carroccio: "I dem confermano la loro incapacità di gestire il territorio di Siena"

“La Lega si opporrà con ogni mezzo a disposizione per impedire che il sito di stoccaggio di rifiuti nucleari sia a Pienza. E’ una follia che solo il PD poteva ipotizzare”. Così Guglielmo Picchi, deputato della Lega e commissario provinciale del partito, dichiara il netto no all’ipotesi che a Pienza e a Trequanda sia realizzato deposito di rifiuti nucleari.

“I Democratici – continua – confermano la loro incapacità di gestire il territorio di Siena. Dopo la morte economica con la distruzione del Monte dei Paschi, e l’incapacità in regione di gestire il ciclo dei rifiuti ordinari, adesso ci riprovano scaricando in una delle aree paesaggistiche più belle al mondo e ancora marginalmente toccate dall’inquinamento rifiuti nucleari che richiedono infinite colate di cemento per essere custoditi in sicurezza. Forse i Dem di Siena non sanno che tratta di un’area patrimonio UNESCO e di elevatissimo valore turistico?”.

“Questo territorio e questa comunità non merita più di essere rappresentato dal Partito Democratico. Alle prossime elezioni suppletive per la Camera chiediamo ai cittadini di scegliere una alternativa seria per la gestione del territorio. Noi siamo senza se e senza ma per dire NO ai rifiuti nucleari a Pienza e Trequanda e questo sarà l’impegno del nostro candidato. Il PD non potrà fare altrettanto e non ha alibi, smetta di mortificare questo meraviglioso territorio” è la chiosa.