Poggibonsi, contributo di 162mila euro per la tribuna centrale dello stadio Lotti

Il Comune di Poggibonsi presente nella graduatoria degli ammessi al bando regionale per l’accesso ai contributi in tema di impianti sportivi

Il Comune di Poggibonsi presente nella graduatoria degli ammessi al bando regionale per l’accesso ai contributi in tema di impianti sportivi. In particolare viene assegnato all’Amministrazione poggibonsese un contributo di 162mila euro per l’intervento di manutenzione straordinaria realizzato alla pensilina della tribuna centrale dello stadio Lotti (costo complessivo 180mila euro). I lavori in questione si sono realizzati nel corso dell’anno. Si sono resi necessari per corrispondere ad esigenze di sicurezza che si erano manifestate e che avevano portato anche alla chiusura degli spazi interessati.

“Era il 2019 e ci siamo mossi – dice il sindaco – per costruire una soluzione e quindi per predisporre il progetto, stanziare apposite risorse nel bilancio comunale e quindi per arrivare alla cantierizzazione dell’opera. Parallelamente abbiamo presentato domanda per l’accesso ad eventuali risorse esterne che, adesso, sono arrivate. Un contributo a ristoro, un risultato che è comunque frutto di una progettualità sempre perseguita per cogliere le opportunità presenti, sia per superare criticità che per programmare opere e interventi”.

Lo stanziamento per il Comune di Poggibonsi rientra in un finanziamento complessivo della Regione Toscana di oltre 10 milioni di euro (10.587.500), risorse per sostenere investimenti in materia di impiantistica e spazi sportivi, pubblici e/o di uso pubblico destinati alle attività motorio sportive, destinate sulla base dell’istruttoria effettuata dal competente settore regionale. Il valore complessivo delle richieste presentate è stato superiore alle risorse disponibili che quindi sono state stanziate in via prioritaria agli interventi realizzati al momento della presentazione dell’istanza.

Il contributo sarà registrato con le prossime variazioni di Bilancio. “Dimostra, ancora una volta – dice Bussagli – la grande attenzione del nostro Ente nel saper sviluppare percorsi in grado di cogliere spazi di finanziamento presenti nella programmazione sia ordinaria che straordinaria”.