Polisportiva Mens Sana, assemblea approva all’unanimità cessione palazzetto al Comune di Siena

L’accordo raggiunto tra Polisportiva e Comune di Siena permetterà di operare al meglio per il bene della Mens Sana e della città. Il Comune si impegnerà, nell’arco della sua gestione, a garantire il corretto svolgimento delle attività sportive della Mens Sana, comprese quelle che si svolgono nelle locali adiacenti al palazzetto

Si è svolta lunedì 20 dicembre, nel parterre del Palasport, l’assemblea dei soci della Polisportiva Mens Sana 1871 con un unico punto all’ordine del giorno: la cessione del diritto di superficie del PalaEstra al Comune di Siena. L’assemblea ha dato il via libera, all’unanimità, alla donazione del Palasport indicando alcuni punti cardine della donazione. Il ‘palazzetto’ della Mens Sana rappresenta l’unico luogo presente nel comune di Siena dove poter svolgere attività di pubblico spettacolo. L’accordo raggiunto tra Polisportiva e Comune di Siena permetterà di operare al meglio per il bene della Mens Sana e della città. Il Comune si impegnerà, nell’arco della sua gestione, a garantire il corretto svolgimento delle attività sportive della Mens Sana, comprese quelle che si svolgono nelle locali adiacenti al palazzetto. La Polisportiva ringrazia il Comune di Siena per la sua attenzione verso i progetti sportivi, e non solo, di altissimo livello della comunità senese.

“L’Assemblea dei Soci – spiega Antonio Saccone, presidente della Polisportiva Mens Sana 1871 – è stata chiamata a esprimersi sulla trattativa in essere per la cessione a tempo determinato del PalaEstra nei confronti dell’amministrazione comunale. In un clima estremamente costruttivo e di apprezzamento per l’interessamento dell’amministrazione comunale, i soci hanno approvato all’unanimità la donazione del palasport al Comune di Siena, affinché possa prolungare nel tempo l’abilitazione per l’attività di altissimo livello dell’unico palasport del territorio. Ovviamente – conclude Saccone – sono stati indicati alcuni punti di salvaguardia e tutela dell’attività della Polisportiva stessa”.