Primo giorno tra i banchi, battesimo a Siena del camper vaccinale per le scuole dell’Asl Toscana sud est

Il camper fa tappa al parco di Pescaia. La percentuale di vaccinazione è buona, ma ci sono sempre sacche di resistenza. Il direttore sanitario Asl Tse Simona Dei a Siena Tv: "Ci sono persone che si presentano agli hub accompagnate dai loro legali, ponendo domande e richieste impossibili"

In occasione del primo giorno di scuola, battesimo questa mattina per il camper vaccinale dell’Asl Toscana sud est nel parcheggio adiacente al parco di Pescaia a Siena, che ha avviato la campagna di vaccinazione dedicata alle scuole nell’ambito del progetto della Regione Toscana “GiovaniSì vaccinano”. Un’iniziativa per incentivare la campagna vaccinale tra i più giovani e gli studenti con l’avvicinarsi dell’autunno. Dopo Siena il camper si muoverà per tutta la provincia, sempre agli stessi orari, con il seguente calendario: giovedì 16, Colle Val d’Elsa, parcheggio Campolungo, viale dei Mille; venerdì 17, Montepulciano, via San Martino; martedì 21, Poggibonsi, area adiacente istituto “Roncalli”; mercoledì 22, Chianciano Terme, parcheggio “Artusi”; giovedì 23, Abbadia San Salvatore, piazzale antistante “Avogadro”; venerdì 24, Piancastagnaio, piazza 150° Unità d’Italia; lunedì 27, Siena, prato di Sant’Agostino.

Presenti all’iniziativa Simona Dei, direttore sanitario dell’Asl Toscana sud est, e Barbara Rocchi, responsabile Cure primarie della zona senese.

“La ripresa della scuola significa che dobbiamo ripartire in protezione e il miglior modo è sicuramente vaccinarsi – ha detto Simona Dei –, da questa iniziativa arriva un altro segnale che l’Asl Toscana sud est mette in campo ogni iniziativa per avvicinarsi ai cittadini. Dalle scuole abbiamo ricevuto indicazioni su dove posizionare il camper. Dopo questo giorno particolare, coinciso con la riapertura degli istituti, ci auguriamo di ricevere una risposta importante per cogliere questa opportunità. Oggi siamo presenti con un mezzo a Siena, Arezzo e Grosseto, da domani i camper si sposteranno nei vari luoghi delle province”.

La percentuale di vaccinazioni in provincia di Siena e in Toscana è positiva ma esistono ancora sacche di resistenza alla somministrazione. A fare il punto della situazione è la stessa Simona Dei, che ai microfoni di Siena Tv racconta delle difficoltà incontrate con alcune persone che si pongono in maniera contraria alla vaccinazione.

“Ci sono persone che vengono agli hub vaccinali accompagnate dai loro legali, adducendo l’impossibilità di vaccinarsi in assenza di informazioni del caso, proponendo decine di domande con risposte da dare per un medico vaccinatore e richieste di dati regionali, nazionali e mondiali non in possesso ufficialmente – racconta – chi viene ha un consenso del ministero, approvato dalla Regione, all’interno di ciò che per lo Stato Italino deve conoscere prima di fare la vaccinazione. Se non viene ritenuto adeguato, vuol dire che rifiuta di vaccinarsi secondo la normativa italiana”.