Home Cronaca Processionarie alla Lizza: attenti ai bambini e ai cani
0

Processionarie alla Lizza: attenti ai bambini e ai cani

0
0

Si prevede un’invasione. Le processionarie causano choc anafilattico nelle persone e morte per i cani

Nel mese di gennaio, il reparto fitosanitario della Regione Toscana aveva lanciato l’allarme emanando un comunicato ufficiale recapitato a tutti i comuni toscani con la raccomandazione di iniziare a debellare i nidi di processionaria già dall’inizio dell’anno. Le condizioni climatiche facevano presagire che quest’anno l’invasione del terribile insetto sarebbe stata maggiore rispetto al passato.

In altre province l’allarme è già scattato ed a Firenze è stato addirittura necessario chiudere una strada per debellare la presenza dell’animale che può causare gravissimi danni ad uomini e animali.

Le processionarie nidificano su pini e cedri e a Siena sono già state viste in azione alla Lizza, là dove giornalmente giocano moltissimi bambini.

Le conseguenze derivanti dal contatto umano con il parassita sono molto gravi, specialmente se si tratta di bambini. La peluria della processionaria è infatti altamente urticante ed in grado di provocare choc anafilattico e altre gravi patologie.

La processonaria inoltre rappresenta un rischio mortale per gli animali domestici. Un cane che morde una processionaria rischia l’amputazione della lingua fino a procurarne il decesso.