Processo Mps, domani il via a Milano

Sedici imputati fra cui gli ex vertici di Banca Mps

Con la richiesta di essere parti civili di un altro gruppo di risparmiatori che si aggiungono a quelli gia’ costituiti in udienza preliminare, prendera’ il via domani a Milano il processo sulla vicenda di Monte dei Paschi di Siena. Gli imputati sono 16, tra cui gli ex vertici della banca, ora in gravi difficolta’ finanziarie, accusati a vario titolo per falso in bilancio, aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza in merito a una serie di operazioni ritenute irregolari con cui sarebbero state occultate le perdite dopo l’acquisto da parte di Rocca Salimbeni di Antonveneta.

Cosi’ davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Milano sono finiti Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri, rispettivamente ex presidente, ex direttore ed ex responsabile dell’area finanza dell’istituto di credito toscano. E ancora l’ex direttore finanziario Daniele Pirondini, un altro ex manager Mps, sei dirigenti, cinque dei quali ex dipendenti, di Deutsche Bank – tra questi figura il nome di Ivor Dunbar, ex capo dei global capital markets – e Sadeq Sayeed e Raffaele Ricci, ex ceo ed l’ex responsabile vendite per l’Europa e il Medio oriente di Nomura. A processo ci sono anche, in qualita’ di enti, Nomura International Plc, Deutsche Bank AG e la sua filiale di Londra, mentre Monte Paschi ha gia’ patteggiato sanzione pecuniaria di 600 mila euro e una confisca di 10 milioni di euro. Domani mattina il dibattimento con al centro le operazioni sui derivati Santorini e Alexandria, sul prestito ibrido Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico comincera’, salvo sorprese, con la costituzione di ulteriori parti civili che si aggiungono a quelle gia’ ammesse in udienza preliminare come la Fondazione Mps, Consob, il Codacons, Adusbef e i circa 450 investitori rappresentati dal Siti e assistiti dall’avvocato Sergio Calvetti dello Studio Legale Tlc Lawy. Questi ultimi chiederanno, come e’ stato riferito, l’integrale risarcimento di tutti i danni per un ammontare di 40 milioni di euro.

Ma non e’ questo l’unico appuntamento giudiziario di questi giorni per le vicende di Monte dei Paschi di Siena. Infatti dopodomani, venerdi’ 16 dicembre, iniziera’ a Firenze la prima udienza del processo di appello nei confronti di Vigni, Mussari e Baldassarri condannati in primo grado dal tribunale di Siena per concorso in ostacolo agli organi di vigilanza a tre anni e sei mesi di carcere e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici per un filone dell’indagine sulla ristrutturazione del derivato Alessandria.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc