Riciclo e recupero, un successo le visite delle scuole alla Pianigiani Rottami

Proseguono con successo le visite delle scuole al moderno impianto della Pianigiani Rottami

Imparare l’importanza del riciclo e del recupero, vedere con i propri occhi come è possibile trasformare i rifiuti recuperabili ed industriali in Materie Prime Seconde.

La Pianigiani Rottami, azienda leader del settore, nell’ottica di sviluppare e sensibilizzare la cultura del recupero si è resa disponibile ad aprire il proprio stabilimento di Siena, accompagnando gli studenti con personale qualificato, facendo vedere, attraverso questi momenti di aggregazione, la filiera di produzione e trasformazione dei rifiuti recuperabili ed industriali in Materie Prime Seconde.

Nell’ambito di tre diversi progetti portati avanti con scuole secondarie di Siena e della regione, la Pianigiani Rottami ha aperto lo stabilimento di Siena alle scolaresche. Ed è stato un successo come dimostrano le visite delle scuole dell’ IC Pomarance di Pisa, coordinate dalla docente di scienze ed educazione ambientale professoressa Letizia Bartoli . Studenti attenti ed interessati, con tanta voglia di fare domande e capire, come è successo venerdì 7 aprile con le sei classi (prima A, B, C, D, E, F) dell‘IC Iacopo Da Volterra scuole medie di Volterra e Montecatini, coordinate dai professori Marco Cugini,insegnante di matematica e scienze e Gabriele Falchi, insegnante di tecnologia. Gli studenti hanno seguito un progetto insieme alla Coop di Volterra denominato “Rifiuti a impatto 0”, fondato interamente sull’importanza della cultura del recupero e del riciclaggio.

L’impianto della Pianigiani Rottami srl è un moderno impianto di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti e rappresenta l’ideale anello di congiunzione tra i cittadini e le aziende che producono rifiuti e le industrie di trasformazione finale. Questo tipo di impianto è fondamentale nel processo di riciclo, poiché riesce a trasformare un rifiuto in una materia prima. Durante queste visite si è mirato al coinvolgimento di insegnanti e ragazzi sulla complessa ed attualissima problematica dei rifiuti, stimolando di conseguenza il dibattito e la conoscenza con le nuove generazioni.

Nel mese di marzo la Pianigiani Rottami aveva partecipato invece al Progetto Erasmus+ “EwasteR” con la visita di venti allievi dell’istituto tecnico superiore Sarrocchi, indirizzo robotica-elettronica, accompagnati dal professor Nicola Donatucci. Le due classi quarta e quinta frequentano il corso formativo promosso dal progetto “EwasteR” per “Esperti nella Gestione delle Attività di Riuso e Riciclo dei Raee”, progetto nel quale sono coinvolte le organizzazioni italiane: ERIFO (Agenzia Formativa); Terre di Siena Lab; Regione Toscana; Regione Lazio. Il progetto ha anche un partenariato Europeo costituito da organizzazioni di Inghilterra, Cipro, Polonia.

 

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau