Rientro in Toscana consentito solo per chi ha il medico di base nella regione

Con una nuova ordinanza Giani frena la corsa alle seconde case in Toscana, specialmente dalle zone rosse

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha firmato una nuova ordinanza che vieta il rientro presso il proprio domicilio per chi, veramente, non risiede in Toscana. Come? Il rientro sarà consentito soltanto per coloro che hanno il proprio medico di medicina generale o pediatra di famiglia nella regione. Questo per frenare il trasferimento dalle residenze in zona rossa alle seconde case in Toscana.

Sono permessi i rientri motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, per motivi di salute e di studio. “Occorre responsabilità e rispetto autentico dello spirito delle norme fissate dal DPCM” ha commentato Giani.