Siena ferma Spoleto e conquista la Superlega

EMMA VILLAS SIENA – MONINI SPOLETO (25-19, 12-25, 27-25,  25- 20)

EMMA VILLAS SIENA: Fabroni 1, Bargi, Spadavecchia 6, Vedovotto 19, Van Dijk 15, Giovi (L), Boswinkel, Graziani, Braga 2, Pochini, Di Tommaso, Fedrizzi 19, Melo 4. Coach: Cichello.

MONINI SPOLETO: Zamagni 12, Katalan, Mariano 12, Bertoli 12, Raic 17, Costanzi, Agostini, Di Renzo (L), Galliani 2, Van Berkel 7, Cubito, Segoni, Corvetta 1, Bari (L). Coach: Monti.

Arbitri: Giorgia Spinnicchia, Ubaldo Luciani.

NOTE. Video Check: richiesto nel secondo set da Spoleto sull’11-13; richiesto nel terzo set da Spoleto sul 22-24; nel quarto set da Spoleto sul 14-13.

La Emma Villas Siena conquista la Superlega e lo fa al PalaEstra di fronte a 3500 tifosi.  In gara tre di finale play off contro la Monini Spoleto Siena conquista il sogno. Coach Cichello inserisce in regia Fabroni con in diagonale Van Dijk, di banda Vedovotto e Fedrizzi, al centro Spadavecchia e Melo, libero Giovi. Dall’altra parte del campo coach Monti inserrisce Corvetta in regia con opposto Raic, di banda Bertoli e Mariano, al centro Zamagni e Van Berkel, libero Di Renzo.

La Emma Villas parte fortissima nel primo set. In campo regna la massima concentrazione, e la voglia di chiudere la serie in gara tre. Si comincia con Filippo Vedovotto a segno con il tocco del muro avversario e con Fabroni che mette immediatamente a segno un ace, il 3-0 di parziale biancoblu arriva con il mani e fuori di Michele Fedrizzi. Il primo acuto spoletino è opera di Romolo Mariano, poi è Vedovotto a timbrare il 4-1. Si scatena Kay Van Dijk che inizia a martellare e quando anche con astuzia realizza il 10-5 porta il coach della Monini Luca Monti a chiedere il time out per parlare con i suoi giocatori. Ma appena rientrati in campo ci pensa Fedrizzi con una diagonale ad allargare ancora di più il divario (11-5). La pipe di Vedovotto vale un altro punto break, ed è 12-5. Bertoli inizia ad accendersi e trova i primi preziosi punti per la Monini. Il quinto punto personale dell’opposto olandese Kay Van Dijk, ottimamente servito da capitan Marco Fabroni, vale il diciassettesimo punto per la Emma Villas in questo set (17-12). Al centro Lukas Van Berkel rintuzza lo svantaggio (17-13). Spoleto non sta trovando continuità al servizio, sono già 3 gli errori in battuta per gli umbri. Fedrizzi è “on fire” e mette a segno splendidamente una schiacciata sulla parallela. Quando Bertoli si trova la strada sbarrata da Vincenzo Spadavecchia ed il tabellone segna il punteggio di 21-15 il coach della Monini Luca Monti chiama un altro time out. Si torna rapidamente in campo, e Fedrizzi continua con un’ottima carica agonistica con la quale realizza punti di pregevole fattura. La veloce finalizzata da Spadavecchia vale il 23-17, di Vedovotto il punto che vale il set pointè sua la firma sul 25-19.

Black out nel secondo set, la Emma Villas resta sotto di molte lunghezze, troppo errori caratterizzano la formazione senese. Coach Cichello è obbligato a chiedere tempo e fare dei cambi ma non basta. Hidde Boswinkel entra al posto di Van Dijk, ma nell’azione seguente anche Fedrizzi viene murato dalla Monini che sta disputando un eccellente inizio di secondo parziale. Pure Boswinkel viene murato, questa volta da Matteo Bertoli, ed è 2-10. Spoleto continua con l’ottima prova a muro (4 in questo set), anche Alisson Melo ne rimane vittima. L’invasione di Vedovotto porta al 4-14, che diventa 4-15 con il bel pallonetto finalizzato da Bertoli. La parallela di Mariano vale il 6-17, Spadavecchia porta alcuni punti in casa biancoblu ma non bastano perché il divario è ancora ampio. Bravo Corvetta che con un tocco di seconda che elude il muro senese dà nuovamente undici punti di vantaggio ai suoi (9-20). Bertoli mette a segno un ace, Siena commette alcuni errori di troppo. Con la schiacciata out di Van Dijk si arriva al set point per Spoleto (11-24). Ma l’inerzia nel secondo set è in mano a Spoleto, mentre la tensione in mano a Siena che resta a guardare. Il set termina 12-25.

Nel terzo set la Emma Villas ha le idee chiare, il set prosegue equilibrato fra alti e bassi, ma la squadra di coach Cichello torna in partita. Vedovotto mette dentro tutto, cuore e anima hanno la sua firma. E’ lui a trascinare i compagni insieme a Giovi che continua a dare continuità in ricezione e soprattutto in difesa. A rompere l’equilibrio lo storico Braga chiamato in causa da Cichello e lui risponde subito presente, avvicinando i biancoblu sul 19-20.  Vedovotto sale in cattedra nel momento giusto, e con lui il set prosegue poi punto a punto ma la determinazione è in campo senese. Gli ospiti non sfruttano due set point e con l’errore al centro di Matteo Zamagni si va ai vantaggi (24-24). Kay Van Dijk ribalta tutto e dà il primo set point di questo parziale a Siena. E’ un punto che pesa moltissimo. Molto utile il servizio di Filippo Pochini, il primo set point è subito sfruttato grazie al muro-punto di Alisson Melo che si prende il set sul 27-25.

Il quarto set ha un nome: Michele Fedrizzi, lui mette dentro tutto, e lo fa prima al servizio, prendendosi due ace che valgono il raddoppio  8-4 e in attacco. Vedovotto segue la sua scia positiva e porta avanti i biancoblu. Spoleto non molla ma Fedrizzi non è meno. E’ sua la standing ovation del PalaEstra. La Monini si aggrappa a Raic che adesso finalizza due azioni importantissime nel computo della sfida (10-8). La combinazione Fabroni-Vedovotto porta altri due punti in dote ai biancoblu (12-10). L’errore di Bertoli dà due punti di vantaggio a Siena (15-13). Vedovotto non trema ma gli risponde Mariano con egual moneta. I due punti di Fedrizzi avvicinano al traguardo, così come l’errore di Raic (19-15) I bianco blu non mollano e proseguono determinati verso l’obiettivo: la Superlega che arriva dopo una lotta che vale una stagione sul 25-20. Il sogno è  stato realizzato.

Simona Sassetti

 

 

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca