Siena-Grosseto, lavori più rapidi grazie al nuovo commissario

Massimo Simonini, amministratore delegato e direttore generale dell'Anas-gruppo Fs, è stato nominato dal Governo commissario per il completamento della E78 Fano-Grosseto

Massimo Simonini, amministratore delegato e direttore generale dell’Anas-gruppp Fs, è stato nominato dal Governo commissario per il completamento della E78 Fano-Grosseto. La nomina del Commissario sancisce innanzitutto che la Due Mari è riconosciuta come strategica e prioritaria anche da parte del Governo e poi potrà sicuramente accelerare l’iter di realizzazione. (di cui fa parte anche il tratto Siena-Grosseto), una delle grandi opere destinate a rientrare nel finanziamenti straordinari del Recovery fund e nelle procedure accelerate di realizzazione, con semplificazione dell’iter tecnico e burocratico. Al completamento della Due Mari il Governo ha destinato 1 miliardo e 920,9 milioni di euro.

La nomina punta a rimuovere le lungaggini burocratiche ha hanno rallentato a dismisura il completamento dell’opera. Per quanto riguarda la Siena-Grosseto sono tre le criticità: il lotto 4 sul fronte grossetano, lungo 2,8 chilometri e con la necessità di realizzare numerosi viadotti, dove i lavori sono già iniziati da un paio di mesi e che dovrebbero concludersi in 1190 giorni (3 anni e 3 mesi). L’appalto è stato vinto dalla “RTI Itinera S.p.a.- Monaco S.p.a”; il lotto 9, quello delle risaie, lungo 11,8 chilometri tra Ornate e lo svincolo di Orgia, fermo al progetto esecutivo completato nel mese di maggio e per il quale è in corso la verifica di attuazione e ottemperanza alle prescrizioni presso il Ministero dell’Ambiente. Successivamente alla chiusura di tale procedura, sarà completata la validazione e l’approvazione del progetto esecutivo per avviare la gara di appalto per l’affidamento dei lavori che era stato previsto nel primo semestre 2021; la vecchia galleria di Casal di Pari per ammodernare la quale sono necessari 30 milioni di euro e di cui è in corso la realizzazione del progetto esecutivo.

La nomina del Commissario sancisce innanzitutto che la Due Mari è riconosciuta come strategica e prioritaria anche da parte del Governo e potrà sicuramente accelerare l’iter di realizzazione.