Siena ricorda Alessandra Bagnoli: intitolato a lei l’auditorium della sede Asl al Ruffolo

Una breve cerimonia, intensa e toccante, ha accompagnato lo svelamento della targa con l’intitolazione “Auditorium Alessandra Bagnoli – Su ali d’aquila”, dal nome del canto liturgico ispirato a un salmo che è stato letto dalla dottoressa Astrid Mercone, stretta collaboratrice della dottoressa Bagnoli

Da oggi alla sede dell’Asl Toscana sud est al Ruffolo, alle porte di Siena, l’auditorium è intitolato ad Alessandra Bagnoli, la dirigente del servizio di Igiene pubblica e responsabile della rete vaccinale aziendale scomparsa un anno fa. Una breve cerimonia, intensa e toccante, ha accompagnato lo svelamento della targa con l’intitolazione “Auditorium Alessandra Bagnoli – Su ali d’aquila”, dal nome del canto liturgico ispirato a un salmo che è stato letto dalla dottoressa Astrid Mercone, stretta collaboratrice della dottoressa Bagnoli. Una scelta simbolica anche per rappresentare quel gruppo di lavoro che si è cementato ancora di più nel ricordo della propria dirigente, come ha testimoniato commosso Massimo Capitani, marito della dottoressa Bagnoli, affiancato dai figli Eleonora e Michele.

“Siamo qui per una ricorrenza triste – ha detto Simona Dei, direttore sanitario dell’Asl Toscana Sud Est – ma anche per ricordare quanto Alessandra ha lasciato, quello che ha fatto e quello che lei era. Aveva un amore per il lavoro unico, una passione nel fare le cose che non è comune trovare. Non posso che ringraziarla per quello che ha dato e per quello che continuerà a dare, a nome della direzione aziendale e di tutte le direzioni aziendali con cui ha lavorato Alessandra”. Il direttore sanitario ha poi aggiunto: “Era una donna che viveva con forza e passione tutto quello che faceva, è stato un onore lavorare con lei, sono felicissima che abbia lasciato una grande squadra”.

Maurizio Spagnesi, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Toscana Sud Est, ha ricordato “a nome di tutti i colleghi una persona cara e di valore riconosciuto, un punto di riferimento non solo dal punto di vista professionale ma anche da quello umano, per la sua capacità di ascoltare le persone e risolvere i problemi. Per tutto il dipartimento è stata una perdita insostituibile”. E Maria Bandini, dirigente del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Toscana Sud Est a Siena, ha ringraziato “la direzione per aver permesso lo svolgimento di questa piccola cerimonia, per noi molto importante”.