Spazi per gli alunni del Piccolomini, Franceschelli: “Nuovo bando andato ancora deserto”

Il presidente della Provincia fa il punto della situazione auspica una soluzione in relazione alla querelle Comune-Franci

La vicenda legata all’istituto Rinaldo Franci – con la deliberazione del Consiglio comunale di Siena di revoca dei locali comunali, a favore, nelle intenzioni dell’Amministrazione, degli studenti del Piccolomini – potrebbe risolvere l’atavica problematica degli spazi per gli alunni della scuola superiore di Sant’Agostino. In ogni caso il presidente della Provincia di Siena Silvio Franceschelli auspica una soluzione condivisa per il bene di tutte le parti.

“Il problema della carenza di aule per il Piccolomini parte da lontano, ci sono state tante interlocuzioni ma finora nessun riscontro – sottolinea a Siena Tv Franceschelli – nel 2018 abbiamo fatto un bando per cercare nuovi spazi ma è andato deserto, poi c’è stato il Covid. La Curia Arcivescovile ci ha messo a disposizione i locali a Montarioso per una durata biennale, sì distanti dalla città, ma funzionali. Successivamente abbiamo continuato a cercare altri spazi facendo un nuovo bando terminato la settimana scorsa, e andato ancora deserto – fa sapere – nella zona del Piccolomini avevamo individuato altri spazi, facendo dei sopralluoghi, proseguiremo i contatti con l’ente proprietario per capire le possibilità che ci potranno essere. Auspichiamo venga trovata una soluzione che vada bene per tutti”.

“Sul fronte Siena Jazz – prosegue Franceschelli – non abbiamo ricevuto gli atti formali sulla questione statutaria, stiamo facendo un istruttoria in questi giorni e chiederemo un confronto per comprendere e auspicare il raggiungimento di un’intesa. La Provincia dal 2014 non ha potuto più contribuire, con la riforma Del Rio è diventata di secondo livello e ha perso la competenza, venendo interdetta la possibilità di erogare finanziamenti”.