Toscana, ancora una settimana per la zona arancione. Giani: “Le norme sono queste”

Il messaggio del presidente: "Non sentiamoci inferiori a nessuno, siamo già da zona arancione, c'è la norma dei 14 giorni. Un minuto dopo che Speranza metterà la firma sul decreto, garantisco che lo metterò subito in atto per avere una dimensione meno restrittiva"

La Toscana dovrà aspettare ancora una settimana per tornare nella zona arancione, se tutto va bene dal 4 dicembre. Il ministro della salute Speranza ha firmato oggi l’ordinanza con cui si dispone l’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e l’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. Il mancato ritorno in zona arancione della Toscana, da tutti auspicato, ha creato non poche polemiche e malumori, visti i numeri positivi degli ultimi giorni.

“Come presidente di Regione non posso fare molto di più, abbiamo creato tutte le condizioni per avere i dati positivi di cui dobbiamo essere orgogliosi – ha detto questa sera nel corso di una diretta Facebook – Facciamocene una ragione, sono le leggi nazionali. C’è la norma dei 14 giorni, le altre regioni tornate nella zona arancione erano entrate prima in zona rossa. La nostra zona rossa scade il 29, il Cts si riunirá giovedì prossimo, non posso far anticipare. Non sentiamoci inferiori a nessuno, siamo già da zona arancione. Un minuto dopo che Speranza metterà la firma sul decreto, garantisco che lo metterò subito in atto per avere una dimensione meno restrittive”. “Il ministro Speranza ci ha fatto i complimenti per il lavoro fatto – racconta il governatore – ci ha detto di considerarci già nella zona arancione”.