Trigano: verso la definizione di un accordo sindacale in vista della riapertura

Primo incontro per definire tutte le misure per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori nel momento in cui il Governo deciderà di autorizzare la ripresa produttiva

Nel settore della camperistica valdelsana, dopo l’accordo sulle misure di sicurezza e contrasto alla diffusione del Covid-19 siglato nei giorni scorsi alla Luano Camp di Poggibonsi, oggi si è svolto il primo incontro con la dirigenza di Trigano Spa e Sea per definire anche nei due stabilimenti del Gruppo Trigano tutte le misure per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori nel momento in cui il Governo deciderà di autorizzare la ripresa produttiva.

L’incontro, finalizzato alla condivisione delle procedure e degli interventi sulla sicurezza già previsti dall’azienda, nel rispetto dei Decreti governativi e del Protocollo nazionale firmato da CGIL-CISL-UIL, è servito anche a cogliere ulteriori suggerimenti provenienti dalla delegazione sindacale che saranno implementati per garantire misure di sicurezza ancora più stringenti. La firma dell’accordo avverrà nei prossimi giorni, dopo aver trascritto nero su bianco quanto definito finora verbalmente.

Nei prossimi giorni l’Azienda dovrà provvedere ad effettuare dei lavori per modificare il layout di alcune postazioni ed organizzare nel dettaglio tutto quanto definito nella riunione odierna per riuscire a garantire la corretta procedura stabilita fin dal momento in cui si entrerà nello stabilimento. Le RSU, supportate dai funzionari territoriali di FIOM-CGIL e FIM-CISL, verificheranno lo stato di avanzamento dei lavori per garantire ai dipendenti la massima sicurezza in applicazione di quanto verrà concordato ed essere quindi nelle condizioni di poter riprendere l’attività produttiva nei tempi e nei limiti che saranno definiti dai provvedimenti governativi.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due