Usata per la rapina ad un’edicola la Panda rubata a Siena

La Panda rubata a Sant’Abbondio usata per una rapina a Borgo San Lorenzo

Può sembrare un “furtarello” far sparire una vecchia Panda in una zona isolata dell’immediata periferia di Siena, e può apparire anche un fortuna ritrovarla dopo appena 24 ore, ma la vicenda fa riflettere.

La Panda è stata ritrovata dai carabinieri abbandonata a Borgo San Lorenzo. Pare che sia stata utilizzata per compiere una rapina ai danni di un’edicolante proprio a Borgo San Lorenzo.

Ma la macchina non è stata rubata da un parcheggio facilmente raggiungibile, non è stata rubata in una strada di periferia. Chi ha rubato la Panda è arrivato a Costafabbri, ha imboccato una strada fuorimano e in piena campagna, la Strada di Sant’Abbondio. Ha percorso un paio di chilometri durante i quali ha incrociato gli ingressi di un paio di ville ed è arrivato nel parcheggio di un piccolo agglomerato di case, dove poi la strada finisce. Non è un posto di passaggio: bisogna volerci andare apposta, e bisogna arrivarci con una macchina. Sembra impossibile che un rapinatore in cerca di un’auto si spinga in un luogo simile, a meno che non sia alla ricerca di altro.

E’ quindi sempre più probabile che a prendere la Panda sia stato un piccolo gruppo di malviventi in perlustrazione per furti da mettere a segno. E che la macchina sia davvero stata il bottino più facile ed immediato, al punto da far desistere, in quel momento da altri reati.

Ma sapere che a pochi metri da noi c’è chi nottetempo fa la ronda, pronto a entrare in casa e rubare, è davvero inquietante.

La zona di Sant'Abbondio dove è stata rubata la Panda
La zona di Sant’Abbondio dove è stata rubata la Panda