Valentini interroga De Mossi sullo stato dell’arte del progetto del nuovo parcheggio a Porta Romana

Si chiede qual è l’intenzione del Comune rispetto all’indirizzo da dare a Siena Parcheggi nel caso le Pie Disposizioni continuassero a rifiutare l’ipotesi di cessione del terreno

Il consigliere Bruno Valentini ha presentato un’interrogazione al Consiglio comunale per avere aggiornamenti sullo stato dell’arte del progetto del nuovo parcheggio a Porta Romana, elaborato dalla società pubblica Siena Parcheggi, in un’area attualmente di proprietà della società Pie Disposizioni.

“Il progetto – spiega Valentini – è già stato visionato ed integrato dalla Sovrintendenza, ed era stato raggiunto un accordo di massima con le Pie Disposizioni affinchè il terreno in oggetto potesse essere locato a Siena Parcheggi per un lungo periodo, anche trentennale, con successiva possibilità di acquisto oppure di ulteriori proroghe del contratto di affitto con canone da definire fra le parti oppure da stimare parte di agenzia pubblica. La zona è una di quelle, interne al centro storico, che soffre di più per la carenza di posti per la sosta di autovetture e che nell’orario notturno il nuovo parcheggio si sarebbe potuto destinare al servizio dei residenti”

“Lo stato organizzativo e la situazione economica, attuale e prospettica, di Siena Parcheggi – continua Valentini – consentono alla società di proprietà comunale di affrontare con adeguatezza l’importante investimento, con un presumibile ritorno reddituale tale da coprire i costi dell’investimento prima della eventuale scadenza trentennale di cui sopra. L’attuale Giunta ha sospeso l’attuazione di questa opera pubblica, strategica anche in funzione della redistribuzione dei flussi turistici in favore della parte sud del centro storico, perchè si insiste per acquisire la proprietà definitiva del terreno sul quale verrebbe realizzato l’investimento in oggetto. Vista l’alta redditività dei bilanci di Siena Parcheggi sarebbe molto conveniente sotto il profilo fiscale -sia per la società stessa che per il Comune unico proprietario e destinatario finale degli utili- scaricare il costo di un affitto annuale rispetto all’ammortamento ordinario relativo al caso di acquisto”.

Valentini interroga il Sindaco dunque per sapere qual è l’intenzione del Comune rispetto all’indirizzo da dare a Siena Parcheggi nel caso le Pie Disposizioni continuassero a rifiutare l’ipotesi di cessione del terreno, in modo da dare finalmente il via ad un’opera pubblica molto importante per la sosta nella zona di Porta Romana, che potrebbe permettere anche di eliminare alcuni stalli di parcheggio a pagamento lungo la parte iniziale di via Roma, che rendono precaria la sicurezza del passaggio dei pedoni.

Elena Pianigiani

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due