A Radicondoli i libri per le scuole medie li compra il Comune

Tutto questo è stato possibile tecnicamente con l’approvazione del nuovo Regolamento per la gestione degli interventi per il diritto allo studio votato nel consiglio comunale del 15 aprile scorso

Libri di testo gratuiti per tutti gli alunni iscritti alla scuola secondaria di primo grado, ovvero alla scuola media, di Radicondoli. Sarà infatti il Comune ad acquistare i testi utili per l’anno scolastico che prenderà il via a settembre ai 14 studenti che frequentano la scuola.

“I testi saranno quelli adottati dall’Istituto Comprensivo a cui appartiene la nostra scuola – fa notare Stefania Dei, assessore alle Politiche Educative a Radicondoli – E’ un aiuto importante che diamo alle famiglie, molto rilevante, soprattutto in questa fase”.

Tutto questo è stato possibile tecnicamente con l’approvazione del nuovo Regolamento per la gestione degli interventi per il diritto allo studio votato nel consiglio comunale del 15 aprile scorso.

“Le modifiche al regolamento, che sono state votate con l’astensione del gruppo di minoranza – ricorda Dei – danno al Comune lo strumento che consentirà di favorire gli alunni iscritti e frequentanti le scuole primarie e secondarie inferiori del territorio, anche se non residenti, e gli studenti di scuola secondaria di secondo grado residenti a Radicondoli, su cui dovranno essere studiati degli interventi ad hoc. Come dice il Regolamento, il Comune infatti considera di rilevante e preminente interesse pubblico operare al fine di assicurare la permanenza sul territorio delle fasce più giovani della popolazione e nel porre in essere ogni azione in questo senso. Così il Comune si adopera per rimuovere ogni tipo di ostacolo economico o disagio intervenendo con aiuti economici verso i diretti interessati”.

“La giunta ha dato esecuzione a questo regolamento decidendo di acquistare i libri di testo per tutti gli alunni iscritti alla scuola secondaria di primo grado di Radicondoli – conclude Dei – E’ un passo nella direzione prevista dal consiglio. E un passo ulteriore per sostenere la popolazione e la residenza in questo territorio”.