Aggressione choc a Follonica, lettera di solidarietà di De Mossi

Il sindaco esprime solidarietà e si mette a disposizione per ogni necessità. La donna aggredita è stabile ma sempre ricoverata in terapia intensiva

Una lettera per esprimere solidarietà e mettersi a disposizione per ogni necessità: è quella inviata dal sindaco di Siena Luigi De Mossi alla famiglia della 69enne di Buonconvento vittima insieme ai nipotini di un’aggressione choc con un martello a Follonica, da parte di un vicino di casa di 34 anni del Burkina Faso, poi arrestato dai carabinieri.

Il sindaco nell’esprimere solidarietà a nome della comunità senese nei confronti della vittima dell’ assalto, ai figli e alle famiglie coinvolte, si mette a disposizione come Comune e servizi sociali per ogni evenienza e necessità.

Intanto le condizioni della donna, che si trova all’ospedale le Scotte, restano invariate: la paziente è stabile ma sempre ricoverata in terapia intensiva, con prognosi riservata.