Arbia, i cittadini chiedono un intervento alla ciminiera per la tutela della salute

L'amministrazione si è impegnata a ottenere la messa in sicurezza della ciminiera e a garantire la regolarità dei controlli sulle coperture di eternit della fabbrica

La ciminiera dell’ex fornace di Arbia rischia di collassare ed è necessario intervenire prima che sia troppo tardi. E’ un allarme deciso quello lanciato dalla consulta territoriale, e dalle associazioni di Arbia che ieri, 13 gennaio, hanno incontrato il sindaco di Asciano Fabrizio Nucci e l’assessore alle frazioni Marcello Pastorelli per segnalare le gravi condizioni in cui versa il camino.

L’incontro ha chiarito la volontà di effettuare, il più presto possibile, i lavori per mettere in sicurezza la zona. L’ex fornace, dal 2021, è tornata in mano al curatore fallimentare dopo lo smaltimento dei rifiuti speciali, ma adesso la situazione è diventata veramente instabile con la ciminiera che rischia di collassare sulle tettoie di eternit. Proprio quelle tettoie che necessiterebbero di controlli regolari e non sporadici come è stato fino ad ora. Per sollecitare questi interventi la consulta potrebbe anche rivolgersi al prefetto, ma non prima di essersi nuovamente confrontata con il comune di Asciano, che si è impeganto a farsi parte diligente nei confronti della Curatela della ex Fornace per ottenere la rapida messa in sicurezza della ciminiera.

La speranza di tutti i cittadini è che questi incontri portino all’abbattimento del camino che da ormai troppi anni svetta nel bel mezzo della frazione di Asciano.