Attesa per Gianni Morandi alle Mille Miglia ma è omonimo poggibonsese

Tutti aspettano Gianni Morandi ma è un poggibonsese

Anche nella tappa che ha attraversato la Toscana è proseguito l’equivoco che sta caratterizzando l’edizione 2017 della Mille Miglia: lungo le strade fra Siena e Pistoia sono apparsi cartelli con la scritta “Gianni Morandi andava a cento all’ora”.

Ma il Gianni Morandi nella lista dei partenti non è il popolare cantante, bensì un imprenditore di Poggibonsi (Siena), 49 anni, attivo nel settore del legno, omonimo del celebre cantante.

Anche nei suoi luoghi la folla assiepata sulle strade lo ha scambiato per il Morandi della canzone. Cartelli sono stati visti sulle curve di Radicofani e sulla Cassia a Monteriggioni (Siena). Il più classico degli equivoci ha dunque tratto in inganno non solo i fan, ma anche numerosi organi di informazione fin dalle settimane scorse.

Il Gianni Morandi alias ha comunque trovato il modo di strappare un sorriso ai ‘tifosi’ del cantante di Monghidoro e, nel mezzo della kermesse motoristica, ha cantato il ritornello della celebre ‘Andavo a cento all’ora’ invitano il suo omonimo ben più famoso ad affiancarlo alla prossima edizione della 1000 Miglia: “Se lui è d’accordo, nel 2018 partecipiamo insieme, facciamo l’equipaggio Morandi-Morandi”. Tra l’altro i due si sono già conosciuti in passato e condividono la passione per le auto d’epoca. Quanto all’imprenditore senese ha anche detto: “Quest’anno finalmente ho coronato il mio sogno. Ho acquistato una OM 665 Superba del 1929 e partecipo alla mia prima Mille Miglia”. La rarissima auto, tra l’altro, è dello stesso modello che vinse la prima Mille Miglia. E il pilota – sembra incredibile ma è vero – si chiamava proprio (Giuseppe) Morandi.