Brucia la casa: carabinieri salvano madre e figli

Pattuglia dei carabinieri salva una giovane madre  e i due suoi figli

Sono le 15 di mercoledì scorso quando si sviluppa un incendio in un appartamento posto al primo piano di un piccolo condominio in via Di Vittorio 58 a Castellina Scalo nel Comune di Monteriggioni,  la causa è stata una sigaretta accesa lasciata cadere improvvidamente dal padrone di casa, all’interno di una cassetta dei rifiuti contenente foglie secche e carta.

Il giovane figlio del proprietario dell’abitazione, un ragazzo di 16 anni, che ha causato l’incendio, preso dal panico fugge in strada lasciando che le fiamme si propaghino ulteriormente ad alcuni pezzi di legno e successivamente alla caldaia dell’abitazione posta nelle immediate vicinanze.

Le fiamme giunte alla caldaia provocano lo scoppio del tubo del gas e una colonna di denso fumo invade l’appartamento e l’intero condominio.

Immediatamente giunge sul posto una pattuglia dei Carabinieri di Monteriggioni, i militari chiedono al giovane se l’appartamento sia disabitato venendo informati che all’interno è rimasto solo il cane della famiglia, oramai le fiamme erano alte e avevano completamente avvolto la caldaia.

I Carabinieri decidono di salvare l’animale, entrano nell’abitazione e prendono l’animale in braccio portandolo fuori casa, è in quel momento che sentono dall’appartamento posto al piano superiore le richieste d’aiuto di una donna.

Chiedono ai presenti chi vi abiti nell’appartamento, venendo a sapere  che vi è una giovane madre di 34 anni con i due figli di 4 e 1 anno, a quel punto decidono entrambi di entrare nell’abitazione oramai invasa anch’essa dal fumo, rinvenendo in una stanza chiusa in fondo all’appartamento la donna e i due bimbi.

La donna presa dal panico e impaurita dalle fiamme non voleva uscire dalla stanza, per cui l’unica soluzione è stata quella di prenderli in braccio,  un militare prendeva in braccio i due piccoli e l’altro la donna guadagnando velocemente l’uscita.

Sia i bambini che la madre sono stati immediatamente visitati dall’ambulanza del 118 che nel frattempo era giunta sul posto, la diagnosi è stata “intossicazione da fumo”, senza comunque necessitare di particolari altre cure.

I vigili del fuoco di Poggibonsi nel frattempo provvedevano a spegnere le fiamme e porre in sicurezza le abitazioni.

Nel frattempo un folto numero di persone del posto che  hanno  assistito a tutta la “scena” ha ringraziato i due militari per quanto fatto a favore di quelle persone, ringraziamento giunto anche dal Sindaco di Monteriggioni e dai massimi vertici dell’Arma dei Carabinieri.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due