Caprioli sulla Palio, cinghiali in Massetana

Attenzione all’attraversamento di cinghiali e caprioli

E’ allarme per i numerosi animali selvatici che in questo periodo attraversano le strade di scorrimento veloce e in molte occasioni raggiungono anche l’immediata periferia senese.

La scorsa notte la Polizia Stradale è stata impegnata a lungo, sulla Palio tra San Casciano e Bargino, a causa di numerosi caprioli che invadevano la carreggiata. Gli agenti intervenuti sul posto hanno allontanato gli animali azionando i dispositivi luminosi e acustici ed avvisando l’Anas, che ha fatto intervenire un cantoniere per riparare la rete di recinzione.

Sempre la scorsa notte il veterinario Francesco Bruni ha segnalato la presenza di un grosso esemplare di cinghiale adulto, intorno ai 70 chili di peso, a Montarioso, nei pressi del bivio di Figareto. “E’ probabile che utilizzi ripetutamente questo attraversamento e quindi è necessaria la massima attenzione nel percorrere la strada, specialmente se alla guida di un due ruote”, spiega Bruni, che nei giorni scorsi ha anche segnalato la presenza di animali selvatici a San Miniato e a Vico Alto.

Ma caprioli e cinghiali si spingono sempre più verso il centro. Alcuni automobilisti hanno notato la presenza di un cinghiale nella rotonda di via Massetana.

Appena qualche mese fa, sul sito www.gazzettinodelchianti.it è stata pubblicata la testimonianza di un soccorritore del 118 che raccontava: “Presso la sede di  Gaiole arriva una chiamata d’emergenza verso la mezzanotte (codice giallo a Radda in Chianti): 10 km di strada immersa nei boschi, sirene a lampeggianti accesi come da regolamento e velocità ridotta anche nei rettilinei per essere pronti ad eventuali “incontri imprevisti” che non si son fatti mancare”.

“Due caprioli dopo tre chilometri – continua – che ci hanno fatto prendere un bello spavento e dopo poco tre cinghiali che mi hanno costretto ad arrestare l’ambulanza perché uno non aveva intenzione di togliersi  di mezzo”.

Ma non basta:”Rientrati dal servizio, alle tre circa, altra chiamata d’emergenza sul nostro territorio che ci costringe a partire per soccorrere e portare una bimba di 4 anni con crisi respiratoria al pronto soccorso di Siena, ed ovviamente per strada un cinghiale “ci saluta” subito usciti dal centro abitato dal ciglio della strada”.

Una continua corsa a ostacoli: “In zona Pianella, dietro una curva, ancora una volta fermo l’ambulanza davanti a quattro caprioli intenti a brucare foglie cadute nell’asfalto costringendo un viaggio di 24 km ad uno slalom e tutto questo con un paziente a bordo”.

 

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau