Celebrazioni per l’Assunta, sabato 14 il concerto al Duomo in diretta su Siena Tv

Il concerto d’organo di Cesare Mancini all’interno della Cattedrale di Siena sarà trasmesso a partire dalle 21.15

Sabato 14 agosto, alle ore 21.15, l’Arcidiocesi di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino e l’Opera della Metropolitana promuovono un concerto d’organo di Cesare Mancini all’interno della Cattedrale di Siena. Il tradizionale e annuale appuntamento rientra nel calendario delle celebrazioni dell’Assunta. Il programma musicale, selezionato dal Maestro Mancini, sarà anche una dedica al sommo poeta, Dante Alighieri, nel settecentesimo anno dalla morte con un repertorio che abbraccerà quasi quattro secoli di musica, dal ‘700 fino ai giorni nostri.

Il concerto si aprirà con l’esecuzione del Preludio e tripla fuga in mi bem. magg. BWV 552 di Bach per poi proseguire con In paradisum dal Requiem di Fauré , in riferimento al XXVII canto del Paradiso della Commedìa. La terza e quarta esecuzione con, Toccata in mi min. di Kriéger e Final d a Symphony of Praise di Mawby , precederanno Inferno di Dante di Langgard e l’ Ave Maria di Bartolucci . A concludere il concerto un riferimento alla cantica del Purgatorio con Fantasia-corale sull’Inno di San Giovanni per pedale solo di Reveyron e, all’Inferno, con L’Ange à la trompette di Charpentier .

Il concerto, nel rispetto delle vigenti normative anticovid, sarà su invito e verrà trasmesso in diretta su Radio Siena Tv.

Cesare Mancini è nato a Siena. Si è diplomato in organo e composizione organistica al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e si è perfezionato con Tagliavini, Koopman, Vogel, Oortmerssen, Lohmann, Boyer, Stembridge, van de Pol, Acciai, Carnini, Donini. Si è laureato in storia della musica all’Università di Siena con una tesi su Marco Enrico Bossi, poi pubblicata.

È il maestro di cappella e l’organista della Cattedrale di Siena. È fondatore e direttore del Coro Agostino Agazzari, con il quale effettua servizio in Cattedrale, concerti in Italia e all’estero nonché incisioni discografiche e registrazioni su RaiUno.

Intensa è la sua attività concertistica in Italia e in paesi quali Germania, Francia, Olanda, Gran Bretagna, Austria, Danimarca, Polonia, Romania, Slovenia, Cile, Kazakistan e Tailandia. Ha partecipato a manifestazioni quali la Settimana Musicale Senese organizzata dall’Accademia Musicale Chigiana, l’Italiaanse Muziek Festival di Amsterdam, le rassegne Kirchenmusik in Köln di Colonia, “Música en las Alturas” di Valparaíso, i Festival organistici internazionali dell’Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia, di Roma, di Milano, di Lucca, di Arezzo, “Virtuosismi d’organo sul Lago di Como”, “Incontri musicali al S. Anna” di Pisa, il Festival natalizio di Firenze, collaborando con direttori quali Roberto Gabbiani e Luciano Acocella e con complessi quali l’Orchestra Sinfonica di Sofia e l’Orchestra “Rinaldo Franci Città di Siena”. Già assistente del direttore artistico dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, svolge attualmente il ruolo di consulente musicologico, responsabile della biblioteca e del museo degli strumenti musicali della stessa istituzione. È stato consigliere di amministrazione del Conservatorio Cherubini di Firenze e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci di Siena.

Ha al suo attivo insegnamenti di storia della musica, musicologia sistematica e discipline affini nei Conservatori di Venezia, Siena, Matera, Trapani, Sassari e Piacenza, all’Università di Firenze e alla Siena Jazz University; nonché di musica sacra e organo al Seminario Arcivescovile di Siena.

Iscritto alla Società Italiana di Musicologia, pubblica libri e saggi di interesse storico-musicale e musicologico, partecipa a conferenze, tiene masterclass e viene chiamato a far parte di giurie di concorsi internazionali. Ha tra l’altro curato il volume Un così bello e nobile istrumento. Siena e l’arte degli organi e la prima traduzione italiana del Traité de l’Orgue di Mersenne (1635) ed è membro del comitato direttivo della rivista Chigiana. Journal of musicological studies. Giornalista pubblicista, ha collaborato alle riviste “Informazione organistica” e “Arte organaria e organistica”. È presidente della sezione senese di Antiquae Musicae Italicae Studiosi. È stato membro della commissione artistica dell’Accademia di musica italiana per organo di Pistoia. Cura inoltre il festival For Organs organizzato dall’Accademia Chigiana di Siena ed è direttore artistico della rassegna concertistica Musica Senensis.

Compie attività di ricerca e di trascrizione di antiche composizioni, delle quali propone anche prime esecuzioni e prime incisioni moderne. Ha curato la pubblicazione di musiche, spesso in prima edizione assoluta, per le case editrici Armelin, Carrara ed Eurarte.

Si dedica alla ricerca e alla salvaguardia di strumenti antichi. È ispettore onorario per la tutela degli organi storici della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici delle Province di Siena e Grosseto. La sua esperienza in campo organologico lo ha portato a numerosi incarichi di ricerca e catalogazione di organi storici e a consulenze in opere di restauro o di costruzione di nuovi strumenti.

Nel 2008 gli è stata conferita la medaglia d’oro di civica riconoscenza del Premio il Mangia di Siena.