Coronavirus, contributi revocati e da restituire: rate sospese, si tornerà a pagare a luglio

Regione Toscana: Rate, versamenti, contributi sugli affitti e voucher formativi rinviati a Luglio

Ci sarà più tempo per restituire contributi a suo tempo ricevuti da parte della Regione e poi revocati per il venir meno delle condizioni che ne avevano autorizzato a suo tempo l’erogazione. Rate e versamenti in scadenza – di fondi comunitari destinati a imprese e professionisti, ma anche contributi sugli affitti e voucher formativi, tanto per fare qualche esempio – sono infatti rinviati a luglio. Lo chiariscono gli uffici della Regione Toscana.

I provvedimenti sono stati assunti con due distinte delibere di giunta, la n. 421 del 30 marzo e la 441 del 31 marzo, nel contesto delle numerose misure a sostegno al imprese e famiglie colpite dalla crisi causata dal blocco delle attività decisa per frenare i contagi del coronavirus.

I termini di pagamento disposti nei provvedimenti di recupero non scaduti alla data del 23 febbraio 2020 sono prorogati al 31 luglio 2020, fatta salva la possibilità di richiedere dilazioni e rateizzazione (almeno trenta giorni prima della nuova scadenza). Per i provvedimenti perfezionati successivamente all’adozione della delibera ci saranno invece 120 giorni per pagare, con ugualmente la possibilità di richiedere dilazioni e rateizzazioni entro trenta giorni dalla ricevimento della richiesta di pagamento.

A chi fosse stato già accordato un piano di rimborso rateizzato, sono sospese le rate di marzo, aprile, maggio e giugno 2020: si riprenderà a pagare dal 1 luglio 2020, con un allungamento rispetto al piano di rimborso originario. A chi fosse stato già accordato un dilazionamento del termine di pagamento, se la scadenza forsse tra l’8 marzo e il 30 giugno 2020, il termine viene prorogato al 1 Luglio 2020.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau