Costone, con Livorno un ko che complica i piani playoff

Squadra di Braccagni rinunciataria, la Meloria dilaga: finisce 97-79

Doveva essere la partita chiave per la Vismederi Costone in ottica play-off, invece da Livorno, sponda Meloria, arriva una sonora sconfitta che riduce al lumicino le possibilità per la squadra senese di approdare alla seconda fase valida per la promozione alla serie superiore. A complicare sin dall’inizio le cose, una pessima partenza dei gialloverdi che subiscono un secco 9-0. La Meloria tiene alto il ritmo del gioco e la Vismederi a fatica contiene gli attacchi dei labronici che dalla distanza fanno molto male, grazie a delle ottime percentuali da 3. Il +11 della prima frazione rispecchia ampiamente i valori espressi in campo e anche nel secondo periodo le cose non cambiano di molto, anzi sono i padroni di casa a fare sempre più la voce grossa incrementando il divario fino al +14 del 14′ (33-19). Prima dell’intervallo la Vismederi riesce a riportarsi sul -4, grazie alla spinta energetica di Ricci (buona la sua prova) e ai canestri di Bruttini e Tognazzi, ma sul fil di sirena è Livorno che trova l’ennesima conclusione dall’arco. Il -7 comunque potrebbe anche far sperare in una reazione da parte della squadra senese, ma le 4 bombe consecutive messe a segno dagli uomini di coach Angelini, piegano le gambe ai ragazzi di Braccagni che nel terzo quarto si disuniscono completamente, accusando un calo difensivo notevole. La difesa a zona della Meloria alla lunga paga, mentre quella senese non morde e il -18 finale è amaro da digerire.

MELORIA BASKET 2000 LIVORNO: Bargelli 12, Raffaelli, Storti 14, Marini 13, Melosi 18, Barsotti 9, Ciardi, Bonciani 8, Perondi, Pasquinelli 4, Niccolai 15, Givannetti 3. All. Angelini

VISMDERI COSTONE SIENA: Ricci 20, Mini, Bonelli 6, Benincasa 7, Manetti 2, Catoni, Chiti 3, Marraffa, Tognazzi 10, Cessel 2, Bruttini 29. All. Braccagni

ARBITRI: Luchi e Luppichini

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc