Costone, tamponi gratuiti per tutti i tesserati

"Grati a Vismederi, perché senza il Green Pass non si gioca" afferma il dg Andrea Naldini

Per tutti i Costoniani non rappresenta certamente una novità: sin dall’inizio della pandemia il Presidente Montomoli, patron anche di Vismederi ha assicurato a tutti i tesserati del Costone, giovani e senior, i tamponi gratuiti.

A conti fatti si può parlare di un’altra sponsorizzazione che si aggiunge a quella più corposa che ormai da 5 anni vede la Vismederi main-sponsor del sodalizio gialloverde. “Crediamo in questo modo di andare incontro alle necessità delle famiglie – sostiene lo stesso Emanuele Montomoli – che dallo scorso anno stanno facendo sacrifici non indifferenti. Beninteso anche per noi si tratta di un sacrificio sotto il profilo economico, ma siamo ben lieti di poter dare una mano ai nostri ragazzi e di conseguenze ai loro genitori. Le nuove regole prevedono la green pass per poter accedere agli impianti sportivi, ma non solo; quindi o sei vaccinato oppure ti devi sottoporre a tampone rapido o molecolare ogni 48 ore. Sono disposizioni che mi trovano perfettamente d’accordo – afferma Montomoli, in qualità anche di epidemiologo – senza le quali c’è il rischio di una probabile nuova impennata dei contagi, che nessuno di noi si augura”.

“Metteremo a disposizione il centro prelievi di Vismederi a Montarioso, proprio sotto il PalaOrlandi, per consentire a tutti i nostri ragazzi di potersi sottoporre gratuitamente, questo ci tengo a ribadirlo, a tampone rapido ogni 48 ore. Anche per i loro familiari vogliamo riservare un’opportunità particolare, mediante una scontistica da applicare di volta in volta, oppure tramite una sorta di abbonamento. Penso – conclude il Presidente del Costone – che un’azione di questo genere abbia un notevole risvolto non solo a livello sportivo, bensì anche sotto il profilo sociale”.

“Dobbiamo essere grati al nostro Presidente – afferma il DG Andrea Naldini – in quanto non era poi così scontata questa disponibilità da parte dell’Azienda che dirige. La tracciatura di un tampone, che sia rapido o molecolare, prevede anche un apparato organizzativo e procedurale non indifferente; Vismederi ci mette a disposizione le proprie risorse umane per chiudere il cerchio e ottenere il green pass, senza il quale non si gioca, gliene siamo veramente grati. Come siamo grati al dott. Massimo Capitani per aver consentito ai nostri ‘stranieri’, il brasiliano Silveira e il senegalese Gueye, di potersi sottoporre alla prima dose di vaccino. Anche questo lo reputo un passo davvero importante”.