De Mossi: “L’obiettivo è ripatrimonializzare la Fondazione MPS”

"Visto che negli anni la Fondazione si è svenata per sostenere gli aumenti di capitale della Banca, sarebbe opportuno che una parte dei soldi impegnati negli anni passati venissero restituiti" spiega il sindaco

“Sono preoccupato, sto attendendo di capire quali sono i dati di bilancio per rendermi conto di quello che sta succedendo”. Questo il commento del sindaco De Mossi riguardo alla vicenda che riguarda Banca MPS. “Credo sarà opportuno che tutte le istituzioni insieme, come abbiamo sempre fatto, noi, la Fondazione MPS, la Provincia e la Regione riannodiamo quel filo che si è interrotto con il cambio di Governo. Mai come ora credo ci sia uno specialista di queste vicende, Mario Draghi.”

L’obiettivo, per le istituzioni del territorio, è quello della ripatrimonializzazione della Fondazione Monte dei Paschi. “Credo che l’opportunità ad oggi sia quella di ripatrimonializzare la Fondazione – ha spiegato questa mattina il sindaco in conferenza stampa – Le azioni che si possono fare sono tutte volte al ridare un patrimonio adeguato alla Fondazione”.

“La ripatrimonializzazione è necessaria per far andare avanti la Banca, ma la volontà di esprimere una azione giudiziaria è rivolta a ripatrimonializzare la Fondazione. Si tratta di due ripatrimonializzazioni diverse – spiega il primo cittadino – a una dovrà partecipare il Ministero, l’altra riguarda richieste che noi abbiamo fatto nei confronti del Ministero, cioè che in qualche modo, visto che la Fondazione si è svenata per sostenere gli aumenti di capitale della Banca, sarebbe opportuno che una parte dei soldi impegnati negli anni passati venissero restituiti alla Fondazione“.