Due cittadini stranieri espulsi dal Senese condotti alla frontiera per il rimpatrio

Rimpatriati due cittadini marocchini pregiudicati di 22 e 30 anni

Due uomini marocchini pregiudicati espulsi dal senese sono stati rimpatriati tra la fine di gennaio e i primi giorni di febbraio. Ad essere stato accompagnato per primo alla frontiera aerea di Bologna è stato il cittadino marocchino K.E.M. , ventiduenne pluripregiudicato e inottemperante a precedente provvedimento di espulsione del Prefetto di Lucca.

Lo straniero, dimesso dal Carcere di San Gimignano ove era ristretto per produzione e traffico di stupefacenti, era stato compiutamente identificato tramite il canale consolare durante il periodo didetenzione. Munito di nuovo provvedimento di espulsione del Prefetto di Siena è stato pertanto immediatamente rimpatriato.

Successivamente, lo scorso 1° febbraio, i poliziotti delle volanti hanno rintracciato il trentenne H.I.,pluripregiudicato per stupefacenti, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento.

Il cittadino marocchino, dedito all’alcool era inottemperante all’espulsione del Prefetto di Siena, privo di documenti e pertanto, è stato accompagnato presso l’ufficio immigrazione.

La successiva attività istruttoria svolta ha consentito di acquisire il passaporto dello straniero, ritenuto socialmente pericoloso, quindi il 2 febbraio scorso i poliziotti dell’ufficio Immigrazione lo hanno accompagnato all’aeroporto di Fiumicino per il definitivo rimpatrio in Marocco.

In entrambi i casi, il provvedimento amministrativo, è stato convalidato dalla A.G.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due