Home Sport EMMA VILLAS Emma Villas: contro Padova solo un punto
0

Emma Villas: contro Padova solo un punto

0
0

Emma Villas Siena – Kioene Padova 2-3 (21-25, 22-25, 25-21, 25-18, 11-15)

 

E’ stata una gara lunghissima quella che si è giocata al PalaEstra tra Siena e Padova. La Emma Villas ha rialzato la testa dopo avere perso i primi due set, è stata sospinta da un Yuki Ishikawa in grande condizione di forma, autore alla fine di 25 punti, e da un Jurij Gladyr superlativo dai nove metri (6 ace per lui) e non solo. Siena ha rimontato aggiudicandosi poi terzo e quarto parziale. Ma il tie break è stato vinto dalla Kioene Padova per 11-15. Mvp dell’incontro Dragan Travica.

Primo set Siena in campo con Marouf e Hernandez sulla diagonale palleggiatore-opposto, Savani e Ishikawa in banda, al centro agiscono Cortesia e Gladyr, il libero è Giovi. La Kioene risponde con Travica in cabina di regia, Torres in posto 2, Cirovic e Louati sono gli schiacciatori titolari, al centro Volpato e Polo, in seconda linea a difendere Danani La Fuente.

Il match si apre con un ace del padovano Louati, ma Siena risponde immediatamente e piazza un break di 4-1 con un punto di Hernandez e due murate vincenti biancoblu (opera di Gladyr e di Hernandez). Padova però torna sotto e impatta sull’8-8. Il cubano Fernando Hernandez sfonda in mezzo al muro a due della Kioene, un altro muro senese (è già il terzo), questa volta su Torres, dà il +2 a Siena che si porta sul 10-8. L’attacco del team di casa produce tanto in questo frangente: vanno a segno Savani e si vede anche una bella pipe di Ishikawa. Il giapponese è protagonista in questo momento della sfida: è sua la schiacciata vincente che vale il 15-11. La Emma Villas mantiene il vantaggio, con Ishikawa che ha già toccato quota 6 punti personali. Arriva poi a 7 con il punto del 19-17. La Kioene viene trascinata da Louati che prima trova il varco giusto sulla parallela e poi sigla il servizio vincente del 19-19. Polo timbra la schiacciata di Hernandez per il 19-20. Padova mura ancora e vola sul +3 (19-22). Savani riduce il divario, ma Torres lo amplia nuovamente (20-23). Torres è “on fire” e mette a segno il set point (21-24), Louati chiude il primo parziale sul 21-25. Migliori realizzatori nel primo set sono Ishikawa da una parte e Louati dall’altra, entrambi con 7 punti a testa.

Secondo set Andrea Giovi sale in cattedra in avvio di secondo parziale. Il libero di Siena effettua tre salvataggi da applausi a scena aperta. Il parziale all’inizio è equilibrato, nessuna delle due squadre riesce in un primo momento a prendersi un vantaggio significativo: Torres realizza punti di pregevole fattura per Padova, ma fanno lo stesso Hernandez e Ishikawa per Siena. La Kioene mette a segno un punto break quando Cirovic è autore di un muro punto. Louati è astuto e abile nel beffare il muro senese (11-13). Sul 12-16 doppio cambio per Siena: escono Marouf ed Hernandez, entrano Mattei e Giraudo. Padova però allunga, piazza un break e raggiunge il +7 sospinta dal solito Louati (13-20). Jurij Gladyr non ci sta e piazza due ace (17-20). In campo sono intanto tornati Saeid Marouf e Fernando Hernandez. La Emma Villas lotta con le unghie e con i denti: Cortesia finalizza una veloce, Ishikawa mura e un istante dopo approfitta della ricezione imperfetta degli ospiti (21-22). Questo finale di set si gioca punto a punto: il centrale dei veneti Volpato è bravo e lucido a chiudere un punto complicato e Torres fa il resto con l’ace del 21-24. Il secondo set si chiude con l’errore in battuta di Ishikawa per il 22-25. Non bastano a Siena altri 7 punti di Yuki Ishikawa.

Terzo set Torres, Louati e Volpato spingono subito anche nel terzo set. Le percentuali di Hernandez non sono alte, coach Cichello inserisce Mattei al suo posto. Torres e Louati vanno a segno, da Mattei arriva un colpo di ottima scuola (9-10). La Kioene stampa due murate e allunga sul 9-12. La Kioene piazza ora un break di 1-5 con Volpato e Louati che non sbagliano e mettono altri mattoncini nella prestazione del team veneto. L’ace di Mattei riapre il discorso (13-14). E finalmente i biancoblu rimettono la testa avanti, con Cortesia che urla la sua gioia dopo una bella murata e con Gladyr che fa nuovamente valere le sue doti dai nove metri mettendo a segno l’ennesimo ace della stagione. Coach Valerio Baldovin chiama time out, ma al rientro in campo Gladyr bissa con un altro servizio vincente (18-16). Al PalaEstra c’è una ovazione per il centrale ucraino quando il pallavolista del team senese addirittura realizza il suo terzo ace di fila. Ora è 19-16 per Siena. Di Savani è il punto numero 20, Ishikawa realizza un altro punto e avvicina la squadra di casa alla conquista del terzo parziale. Due errori di Barnes portano Siena sul 24-20. Savani chiude il terzo set sul punteggio di 25-21.

Quarto set Due murate dei biancoblu e un punto di Gladyr portano Siena sul 6-2. I senesi adesso stanno dando tutto, un altro errore in attacco di Padova porta il punteggio sul 7-2. Savani da posto 4 va a segno contro il muro a due della Kioene (8-3). Lo schiacciatore di Siena fa un’altra cosa importantissima e va poi ad effettuare un servizio proprio sulla linea di fondo: è ace, e adesso Siena è a +6 (9-3). Il muro-difesa del team di casa sta funzionando assai meglio che nella parte precedente della sfida. Gladyr è una sicurezza anche in attacco: il suo decimo punto della sfida vale il 16-11. Ishikawa fa 22 personali con il 18-13 per Siena. Sesto ace per Gladyr (19-13). Anche il turno in battuta di Marouf crea problema a Padova. Siena può amministrare sei punti di vantaggio (22-16). Yuki Ishikawa prima riceve alla perfezione e poi schiaccia il ventitreesimo punto per Siena. Savani mura alla perfezione ed è 25-18. Si va al tie break.

Quinto set Siena inizia assai bene con Savani che trova il mani out di Padova e con la murata di Hernandez: 2-0. Ancora l’opposto cubano per il 3-1, poi Gladyr mette le mani per il muro del 4-1. Savani prima e Cortesia poi non sbagliano (7-4). La Emma Villas va in vantaggio al cambio di campo, ancora grazie al solito Ishikawa. Padova pareggia e Polo la porta avanti. Hernandez chiude un punto dall’alto coefficiente di difficoltà (9-9). Torres è bravo ed efficace a giocare sul muro senese (9-10). Con tre murate quasi consecutive Padova allunga (10-13). Louati attacca per il 10-14, di Gladyr il punto dell’11-14. L’errore di Ishikawa chiude il tie break (11-15) e la sfida.

Emma Villas Siena – Kioene Padova 2-3 (21-25, 22-25, 25-21, 25-18, 11-15)

EMMA VILLAS SIENA: Giraudo, Cortesia 7, Spadavecchia, Marouf, Giovi (L), Gladyr 13, Vedovotto, Mattei 3, Caldelli (L), Van de Voorde, Ishikawa 25, Maruotti, Hernandez 12, Savani 16. Coach: Juan Manuel Cichello. Assistente: Leonardo Castellaneta.

KIOENE PADOVA: Polo 8, Bassanello (L), Louati 19, Cottarelli, Cirovic 14, Sperandio, Volpato 13, Torres 15, Premovic 1, Travica 2, Barnes 2, Lazzaretto 1, Danani La Fuente (L). Coach: Valerio Baldovin. Assistente: Jacopo Cuttini.

Arbitri: Ubaldo Luciani, Stefano Cesare.

NOTE – Siena: percentuale in attacco: 47%; positività in ricezione: 50% (22% perfette); muri punto: 13; ace 8; errori in battuta: 19.

Padova: percentuale in attacco: 50%; positività in ricezione: 54% (25% perfette); muri punto: 16; ace 4; errori in battuta: 16:

Video Check: richiesto nel primo set da Siena sul 7-6 (decisione cambiata), da Padova sul 12-11 e dal primo arbitro sul 19-18; richiesto nel terzo set da Padova sul 23-19; richiesto nel quarto set da Padova sul 9-3; richiesto nel quinto set da Siena sull’11-14.

Spettatori: 1.380. Incasso: 8.572 euro. Durata del match: 2 ore e 9 minuti (27’, 31’, 29’, 25’, 17’).