Home Sport EMMA VILLAS Emma Villas Siena sconfitta 3-1 dalla Cucine Lube Civitanova
0

Emma Villas Siena sconfitta 3-1 dalla Cucine Lube Civitanova

0
0

Cucine Lube Civitanova di un altro livello che passeggia per i primi due set, ma l’Emma Villas reagisce dal terzo set

Arriva a Siena una delle squadre più forti del mondo: i vice campioni del mondo della Cucine Lube Civitanova di Bruno, Juantorena, Sokolov, Simon e Podrascanin. L’Emma Villas Siena pronta a dare spettacolo anche visti i progressi visti negli ultimi match, con Sora, Padova e Milano. Una nona giornata che sembra un’impresa titanica per i senesi contro un’ottima squadra come quella marchigiana, ma mancano 5 gare al termine della regular season e ancora Sora è lontana di 5 lunghezze in campionato, quindi servirà trovare punti già da questa gara.
Emma Villas che ritrova il pubblico amico in un PalaEstra gremito per le grandi occasioni. Coach Cichello schiera un sestetto modificato rispetto al solito: in regia Marouf, opposto Hernandez, di banda Ishikawa e Maruotti, centrali totalmente modificati rispetto al solito con Gladyr e Cortesia, libero Andrea Giovi;
Risponde il coach della Lube De Giorgi con le sue stelle: Bruno al palleggio, Sokolov opposto, bande Juantorena e Leal, centrali Cester e Simon, libero Balaso.
Parte subito a bomba la Lube con due punti di Simon, a cui risponde Marouf e Gladyr: 2-2. Subito un errore arbitrale grave contro l’Emma Villas e un muro su Maruotti fanno salire gli avversari a +3: 3-5. Due magie di Bruno regalano un vantaggio di +5 ai marchigiani: 5-10 e Cichello chiama il primo time-out. Sale in cattedra tutta la squadra dei cucinieri e tra muri e attacchi annichilisce i senesi che già a metà set si trovano a -8 sul 7-15.  Errori in ricezioni gravi per i ragazzi di Cichello che regalano il +10 ai marchigiani 7-17, che costringono il coach argentino a chiamare un doppio cambio: Savani per Ishikawa e Vedovotto per Maruotti. Set che scorre con Civitanova che domina incontrastata anche grazie ai tantissimi errori senesi, dalla ricezione al servizio, dall’attacco alla ricostruzione. Set che si chiude senza storia sul 13-25, con una Civitanova trascinata da Bruno che ad ogni palla riesce a mettere nelle migliori condizioni possibili di contrattacco i suoi.
Secondo set che comincia con dei cambi per la metà campo senese: Savani opposto al posto di Hernandez e Van de Voorde in campo per Cortesia. Però la musica non cambia, subito 0-3 Lube. Ancora problemi in ricezione e regalano ancora un altro break alla Lube: 1-5. Ancora ottima lettura a muro della Lube che spegne qualsiasi possibilità di break senese, 3-7. Primo break Emma Villas che arriva dopo un gran servizio di Savani che però sbaglia subito dopo e regala ancora -3 Emma Villas 5-8. Magie a non finire di Bruno che con Juantorena si trova ad occhi chiusi in più un’Emma Villas che non riesce a passare contro il muro granitico di Simon, Sokolov e Juantorena, punteggio 7-14. Un ace di Ishikawa e una ricostruzione che remia l’Emma Villas risvegliano un PalaEstra spento, punteggio ancora molto netto: 11-16 per i cucinieri. Ancora brutti set quello dei senesi che stanno concedendo molto anche dalla linea dei nove metri, il divario aumento e siamo sul 15-21. Set che riprende nella parte finale con 2 punti consecutivi Emma Villas, ma alla fine la Lube chiude grazie all’errore al servizio di Giraudo: 20-25 Cucine Lube Civitannova e 2-0 per i cucinieri.
Terzo set ancora con qualche cambio Emma Villas Giraudo e Vedovotto rispettivamente per Marouf e Maruotti, mentre la Lube mantiene lo stesso sestetto. Ancora una distanza abissale tra le due squadre subito 2-5 Lube, che dall’inizio del match non dimostra carenze in nessun fondamentale. Due ace pero di Gladyr riaccendono il PalaEstra e arriva il primo vantaggio senese 6-5 e primo consequenziale time out Lube. L’Emma Villas gioca meglio in questo set e tenta il tutto per tutto, il livello di gioco si alza ma la Lube con le sue individualità riesce sempre a riportare dalla sua le redini del match: 12-15 Civitanova quando Cichello chiama il time out per cerca di ribaltare lo svantaggio. CIchello le tenta tutte inserendo Hernandez, Spadavecchia e Marouf, Emma Villas si ricompone ma rimane sempre il piccolo vantaggio marchigiano adesso sul 17-19. Si ritrova finalmente l’intesa tra il palleggiatore iraniano e i suoi attaccanti Ishikawa e Gladyr. Ma un ennesimo errore al servizio di Hernandez non permette di ricostruire break e ancora +2: 18-20. Cambio di passo senese che con un break infuoca il PalaEstra e si riprende la parità 20-20 grazie a un Gladyr protagonista. Continua il punto a punto e siamo sul 22-22. E’ il gioco dal centro di Siena a far sperare i 2200 spettatori senesi grazie ad un attacco di Spadavecchia e 23-23. Primo match point Lube 23-24 annullato da Hernandez. Prosegue il match ai vantaggi ancora 26-26 una reazione importante che grazie ad un errore di Juantorena porta addirittura al primo set point sul 27-26 ai senesi e conseguente time out di De Giorgi, set incredibilmente chiuso dall’Emma Villas sul 28-26.
Si riparte con il quarto set, con in campo i 6 che hanno portato alla vittoria del set per coach Cichello (MArouf, Hernandez, Vedovotto, Ishikawa, Gladyr, Spadavecchia e Giovi). Parte bene l’Emma Villas con 2 muri consecutivi e un attacco di Gladyr che portano i senesi sul 4-3. Attacco e 2 aces di Hernandez porta a +3 l’Emma Villas 8-5.  Le magie adesso sono di Marouf che rimedia alle ricezioni poco precise con tocchi perfetti e puliti che permettono la ricostruzione con Ishikawa ed è 11-8 per i padroni di casa. Errori però ancora da segnare per l’opposto cubano che riporta pericolosamente i cucinieri a -1 sull’11-10. Alcuni errori di troppo Emma Villas segnano la parità 13-13 in un momento del set in cui sta facendo da protagonista l’opposto bulgaro Sokolov. Un recupero sulle panchine di Vedovotto che mette tutto in campo permette di tornare avanti 15-14 Emma Villas. Ace di Diamantini, inserito per Cester, fa ripiombare sotto l’Emma VIllas 15-17. Si spegne la luce ancora per i senesi, Savani rientra per Vedovotto, e subisce un break in un momento importantissimo ed è -5, 17-22 per i cucinieri che intravedono i loro 3 punti. Spadavecchia sbaglia un attacco di ricostruzione che ragala 5 match point Lube, che chiude grazie ad un attacco di Leal sul 21-25. Una sconfitta dolorosa per l’Emma Villas perché in contemporanea Sora sta vincendo sul campo di Ravenna. Una Cucine Lube Civitanova che in troppi frangenti sembrava di un altro pianeta. MVP meritato il palleggiatore brasiliano Bruno Rezende.

Lorenzo Agnelli