Evasione fiscale, multe salate per tre esercenti in Valdichiana

Nei guai il titolare di un autolavaggio e due commercianti al dettaglio di accessori per abbigliamento

In una provincia ricca di storia ed attrattive come quella senese è quanto mai opportuno attuare – al fine di contrastare ogni forma di illegalità nel settore economico-finanziario – un concreto presidio del territorio. L’esigenza è maggiormente avvertita in un periodo della stagione come questo caratterizzato, come ogni anno, dall’effettuazione dei “saldi” di fine stagione da parte di alcuni esercizi commerciali, onde evitare raggiri in danno di ignari acquirenti.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena proseguono, pertanto, in tutta la circoscrizione di servizio, l’opera di intensificazione dell’attività di controllo economico, di contrasto all’abusivismo commerciale e di riscontro sul rispetto dei previsti obblighi di certificazione fiscale dei corrispettivi.

Diverse le violazioni riscontrate per quanto riguarda la legislazione in materia di controlli strumentali con tre esercenti sanzionati per non aver ottemperato agli adempimenti previsti. Immediate sono scattate le sanzioni amministrative per i tre commercianti, per un ammontare di 500 euro ciascuno.

Nel primo caso, ad aver eluso la normativa fiscale è risultato il titolare di un autolavaggio, negli altri si è trattato di due commercianti al dettaglio di accessori per abbigliamento, tutti operanti in Valdichiana.

Le rispettive posizioni fiscali saranno attentamente approfondite dai verificatori onde verificare l’abitualità/propensione degli interessati a sottrarsi sistematicamente agli obblighi connessi al rilascio del documento fiscale quale indice sintomatico di una più ampia e insidiosa inclinazione all’evasione, come tra l’altro lascerebbe presumere la documentazione extra-contabile rinvenuta ed acquisita dai militari operanti all’atto della verbalizzazione del responsabile dell’autolavaggio.